TELENOVELA

Neymar-Barcellona, non è finita: pronto l'appello alla FIFA

Il brasiliano potrebbe ricorrere all'articolo 17, in Spagna: "Nel 2020 costerà 170 milioni"

  • A
  • A
  • A

Tanto rumore per nulla. Intristito al Paris Saint Germain, Neymar non è riuscito a coronare il sogno di tornare al Barcellona dopo un'estate di parole e di trattative, alla fine sfumate. I tormenti di 'O Ney iniziano a giugno con l'infortunio alla caviglia subito nell'amichevole del suo Brasile contro il Qatar (che gli farà saltare la Copa America) e proseguono con l'accusa di stupro a una modella brasiliana, dalla quale, poi, ne uscirà innocente.

Come se non bastasse, l'Uefa conferma i 3 turni di stop a causa del post polemico di O Ney sull'arbitraggio di Skomìna in Champions. Una serie di disavventure culminate nei mal di pancia del brasiliano, che, dopo 2 anni all'ombra della Tour Eiffel, esprime la volontà di tornare nella sua casa, il Barcellona.
In Catalogna lo aspettano a braccia aperte, anche perché il Psg non intende trattenere controvoglia la sua stella, alla luce delle parole del presidente Al Khelaifi e del direttore sportivo Leonardo.
Ma il club francese, stufo delle vicende extra-calcistiche di 'O Ney, dall'evasione fiscale al pugno dato ad un tifoso, che sporge denuncia, non fa sconti dopo aver pagato 2 anni fa i 222 milioni di euro della clausola rescissoria. Il Barcellona offre 130 milioni cash più Rakitic, Todibò e Dembelè, ma i dubbi del difensore e il rifiuto dell'attaccante fanno saltare l'affare.

Tutto finito? Non proprio, perché stando al Mundo Deportivo l'idea dei legali del brasiliano sarebbe quella di appellarsi all'articolo 17 dello statuto FIFA sul trasferimento dei giocatori, che sancisce che un calciatore possa rescindere unilateralmente il proprio contratto se sono trascorsi tre anni dall'ultimo accordo siglato col suo club.
Neymar rientra nella casistica avendo firmato nel 2017 e non avendo mai rinnovato e così nel 2020 potrebbe decidere di appellarsi all'articolo 17. In questo caso la FIFA sarebbe poi chiamata a fissare il prezzo del cartellino dell'attaccante, che sempre secondo il Mundo Deportivo si aggirerebbe intorno ai 170 milioni di euro. Una sorta di clausola rescissoria che pagherà il club che troverà l'accordo con Neymar e che finirà nelle casse del Psg.
Il club francese però avrebbe la possibilità di fare ricordo al TAS, che potrebbe anche decidere di correggere il prezzo fissato dalla FIFA. La telenovela è lontana dall'essere conclusa.

Vedi anche Barcellona in subbuglio: i giocatori sono scontenti del mercato Calcio estero Barcellona in subbuglio: i giocatori sono scontenti del mercato Vedi anche Maxi Lopez, post con Neymar nel giorno di Icardi-Psg inter Maxi Lopez, post con Neymar nel giorno di Icardi-Psg

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments