Sfogo social, l'Uefa squalifica Neymar per tre giornate in Champions

Il brasiliano punito per le proteste su Instagram dopo la sconfitta contro lo United per il rigore concesso per un fallo di mano di Kimpembe

  • A
  • A
  • A

Pugno duro dell'Uefa contro lo sfogo social di Neymar dopo la sconfitta del Psg contro lo United in Champions. La Commissione Disciplinare ha infatti squalificato l'attaccante brasiliano per tre giornate per "atti offensivi e molestie contro gli ufficiali di gara". Una dura presa di posizione, che punisce severamente il calciatore, reo di aver puntato il dito contro l'arbitro della partita, Damir Skomina, e Massimiliano Irrati al VAR in relazione al rigore assegnato per un fallo di mano di Kimpembe.

"Questa è una vergogna! Mettono persone che non capiscono di calcio a controllare le immagini. Non esiste! Come fa il ragazzo a colpire di mano se è girato di spalle? Ma vaff******", aveva tuonato Neymar sul suo profilo Instagram, attaccando senza mezzi termini il direttore di gara e il Var. Uno sfogo che ora gli costerà ben tre turni di stop. Una squalifica che la stella del Psg dovrà scontare nella Champions League 2019/2020.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments