Serie B, il Palermo rilancia: chiesto al Coni lo stop ai playoff

Dopo il no della corte federale di appello della Figc si passa al collegio di garanzia del Coni, che dovrà decidere anche sui playout

Serie B, il Palermo rilancia: chiesto al Coni lo stop ai playoff

Lo staff di avvocati del Palermo calcio a tarda notte ha presentato ricorso cautelare al collegio di garanzia del Coni per "sospensione inaudita altera parte dell'esecutorietà della decisione presa ieri della corte federale di appello". La società di viale del Fante passa al contrattacco dopo che la corte federale di appello della Figc ha respinto l'istanza di rinvio cautelare di play-off e play-out di Serie B che era stata presentata dal Palermo mercoledì.

Lo staff di legali rosanero formato da Francesco Pantaleone, Antonino Gattuso, Francesca Trinchera, Gaetano Terracchio e Francesco Di Ciommo ha ravvisato gli estremi per chiedere che vengano interrotti i play-off che dovrebbero scattare oggi alle 21 con la disputa della prima delle due partite preliminari previste fra Spezia e Cittadella.

Il collegio di garanzia del Coni oggi si deve pronunciare sul parere chiesto ieri dal presidente della Federcalcio Gabriele Gravina a proposito della legittimità del provvedimento adottato dal consiglio di Lega di B di annullare la disputa dei play-out vista la retrocessione del Palermo in Serie C stabilita dalla sentenza di primo grado del tribunale federale nazionale, adesso dovrà stabilire anche se i play-off che inizieranno oggi sono da sospendere o meno.

TAGS:
Serie b
Palermo
Playoff
Playout
Ricorso
Collegio
Coni

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X