Keita-Lulic gol, la Lazio vola

All'Olimpico gli uomini di Inzaghi vincono e agganciano la Roma a 10 punti

di
  • A
  • A
  • A

Tre punti preziosi per la Lazio nella stesta giornata di Serie A. All'Olimpico la squadra di Inzaghi soffre, ma batte 2-0 l'Empoli e aggancia la Roma al quarto posto a quota 10 punti. Keita sblocca la partita al 29' con un destro preciso dal centro dell'area dopo una respinta corta. Nella ripresa la traversa ferma uno splendido destro al volo di Pucciarelli, poi Lulic raddoppia i conti di testa al 90'. Empoli inchiodato al terzultimo posto. 

Dieci punti, Keita ritrovato e Roma raggiunta al quarto posto. Contro l'Empoli per la Lazio sono solo buone notizie. Non tanto per il gioco e l'atteggiamento, quanto per il risultato. Gli uomini di Inzaghi, infatti, escono dal campo col fiatone, rischiando grosso fino alla fine. Ma portano a casa il bottino pieno. Dettaglio non da poco per una squadra che ora naviga nella parte alta della classifica e che, quando avrà trovato i giusti equilibri, potenzialmente potrà dire la sua per prenotare un posto in Europa. 

Dopo la sconfitta col Milan, Inzaghi rischia Biglia e piazza Felipe Anderson e Lulic sulle corsie a supporto della coppia Immobile-Keita. In difesa spazio alla fisicità di Wallace. A caccia di gol e punti, Martusciello manda invece in campo Gilardino al posto di Maccarone accanto a Pucciarelli. L'avvio della gara è subito brillante. L'Empoli manovra nello stretto e prova a sfondare col fraseggio di prima. La Lazio si affida invece alle corsie esterne e alle giocate di Keita, ma dopo otto minuti Biglia deve alzare già bandiera bianca. Un brutto colpo per Inzaghi, che perde il faro biancoceleste e getta Cataldi nella mischia. Da una parte Strakosha ferma Pucciarelli, dall'altra è Keita a seminare il panico nell'area toscana. Dopo un quarto d'ora di gioco, i biancocelesti alzano il baricentro e provano ad attaccare alle spalle la linea difensiva dell'Empoli con i lanci lunghi per Immobile e Keita. Skorupski ferma il tandem di Inzaghi in un paio di occasioni, poi al 29' deve arrendersi al destro di Keita, bravo a raccogliere una respinta in area e a sbloccare la gara. Colpito, l'Empoli prova a reagire, ma la Lazio è in palla e quando attacca la profondità mette sempre paura alla retroguardia di Martusciello. Nonostante il vantaggio biancoceleste e le continue incurisoni di Keita e Immobile, la gara resta aperta. Soprattutto perché Felipe Anderson sulla destra in fase di contenimento non ha i tempi e la cattiveria giusti. Sul finire del primo tempo Strakosha salva su un colpo di testa di Gilardino, poi Bellusci sfiora il pareggio di testa. 

Nella ripresa la Lazio non cambia atteggiamento e l'Empoli riparte a testa bassa. Pucciarelli fa subitro tremare la traversa con uno splendido destro al volo, poi i toscani prendono in mano il pallino del gioco e costringono la squadra di Inzaghi a ripiegare. Con tanti uomini sotto la linea della palla, i biancocelesti scelgono di difendersi e di ripartire in contropiede. Keita sfiora la doppietta con un bel destro a giro, poi Inzaghi vede la squadra stanca, leva il senegalese e fa entrare Lukaku per coprirsi. Gli ultimi venti minuti sono un po' una sofferenza per la Lazio. Senza energie e idee, i biancocelesti si piazzano tutti a difesa dell'area. Ci prova Mchedlidze, ma Wallace è un muro. Strakosha poi ferma una bella girata di Pucciarelli e il fortino biancoceleste regge. Nel finale Wallace ha sul destro il colpo del ko, ma spara alto. Così tocca a Lulic raddoppiare i conti al 90' di testa. La Lazio soffre, ma vola. A dieci punti, accanto alla Roma, non è vietato sognare l'Europa. 

Strakosha 6,5: ingaggia un personale duello con Pucciarelli e lo vince. Buona prova
Wallace 7: potenza pura, un muro invalicabile. Nel finale va vicino anche al gol
Felipe Anderson 5,5: in fase offensiva è il solito, ma Inzaghi gli chiede anche di coprire. E allora sono guai...
Immobile 6,5: allunga la squadra, dialoga con Keita e corre su tutti i lanci lunghi. Non si risparmia mai
Keita 7: Inzaghi lo fa partire titolare e lui lo ripaga con il gol che sblocca la gara. Poi tante altre buone giocate. Questa Lazio non può fare a meno di lui
Gilardino 5: perde il duello con Wallace e non la vede mai. Ha una palla buona sulla testa, ma si fa ipnotizzare da Strakosha
Pucciarelli 6,5: il destro al volo a inizio ripresa è una perla. Peccato per la traversa
Saponara 5,5: pomeriggio opaco, senza guizzi e giocate. Cataldi, Milinkovic-Savic e Parolo lo ingabbiano senza difficoltà

LAZIO-EMPOLI 2-0
Lazio (3-5-2): Strakosha 6,5; Wallace 7, de Vrij 6,5, Radu 6; Felipe Anderson 5,5 (39' st Lombardi sv), Biglia sv (9' Cataldi 6), Parolo 6, Lulic 6,5, Milinkovic 6; Immobile 6,5, Keita 7 (20' st Lukaku 6,5).
A disp.:  Vargic, Patric, Hoedt, Prce, Murgia, Leitner, Luis Alberto, Djordjevic, Kishna. All.: Inzaghi 6,5
Empoli (4-3-1-2): Skorupski 6; Zambelli 5,5, Bellusci 6, Barba 5,5 (32' Cosic 5,5), Pasqual 6; Tello 5,5 (14' st Marilungo 5), Mauri 5,5, Croce 6; Saponara 5,5; Gilardino 5 (32' Mchedlidze 5,5), Pucciarelli 6,5.
A disp.: Pelagotti, Di Marco, Pereira, Veseli, Dioussè, Pereira, Maiello, Buchel, Krunic, Maiello, Maccarone. All.: Martusciello 5,5
Arbitro: Fabbri
Marcatori: 29' Keita (L), 45' st Lulic (L)
Ammoniti: Felipe Anderson, Cataldi (L); Zambelli, Pasqual (E)
Espulsi: -

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments