Serie A, Roma-Cagliari 3-0: scatto Champions per Ranieri

A segno Fazio, Pastore e Kolarov: giallorossi quarti aspettando le gare di Milan e Atalanta

La Roma non sbaglia nella volata Champions. All'Olimpico la squadra di Ranieri batte 3-0 il Cagliari e mette pressione a Milan e Atalanta, scavalcandoli momentaneamente in classifica al quarto posto. Gara subito in discesa per i giallorossi. Fazio sblocca il match al 5' di testa, poi Pastore raddoppia all'8' con un destro preciso e centra anche una traversa. Nella ripresa la Roma domina, Dzeko colpisce un palo e Kolarov firma il tris all'86'.

La fotostoria di Roma-Cagliari

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28

LA PARTITA

Equilibrata, ispirata, tonica. La Roma lancia un messaggio forte e chiaro al Milan e all'Atalanta nella lotta per il quarto posto. A quattro giornate dal termine, i giallorossi continuano a inseguire la Champions a testa alta, mostrando compattezza e affilando le armi per il rush finale. Per Ranieri dalla gara col Cagliari arrivano solo buone notizie. Non solo per il risultato, ma anche per la condizione fisica e mentale della squadra e la voglia di rivalsa di alcuni giocatori protagonisti finora di una stagione con più ombre che luci: Pastore e Kluivert su tutti. 

Nel primo tempo all'Olimpico c'è una sola squadra in campo. Con Schick in panca e Pastore titolare, la Roma parte forte con un'incursione di El Shaarawy. A sbloccare il match, dopo cinque minuti, ci pensa però Fazio di testa, approfittando di una mezza dormita della difesa del Cagliari. Un gol che mette subito la gara sui binari giallorossi e dà la carica agli uomini di Ranieri. In pressione, la Roma copre bene in mediana con Pellegrini e Nzonzi e spinge sugli esterni sfruttando le qualità dei singoli. Da una parte Kolarov ha il piede caldo, dall'altra tocca invece a Kluivert fare la differenza. Atteggiamento che dopo solo altri tre minuti porta al raddoppio di Pastore, bravo a prendere la mira e a battere Cragno con un destro chirurgico dal limite. Due colpi che segnano il match e costringono il Cagliari a cercare soluzioni diverse per attaccare Manolas & Co. Joao Pedro prova ad arretrate il raggio d'azione e a inventare per Pavoletti, ma Mirante è attento e la Roma controlla la partita col possesso e allargando la manovra. A singhiozzo Kluivert e Pastore sono gli uomini più ispirati dei giallorossi. I sardi invece provano a rimanere aggrappati al match grazie alla garra di Barella. Florenzi sfiora il tris dopo una bella combinazione con Dzeko, poi Pastore centra la traversa da buona posizione ed El Shaarawy impegna Cragno, infiammando il finale del primo tempo.

La ripresa si apre con un colpo di testa largo di Birsa, poi la Roma riprende subito in mano la gara, controllando il gioco in mediana e verticalizzando con rapidità. Florenzi domina sulla destra, Dzeko invece pasticcia un po'. A buon ritmo i giallorossi hanno un altro passo rispetto al Cagliari, soprattutto sulle corsie esterne. E la gara si trasforma in un tiro al bersaglio verso la porta di Cragno. Ceppitelli devia un tiro di Dzeko sul palo, poi Pellegrini e Kolarov sfiorano il tris, sfruttando la superiorità tecnica e fisica sulla sinistra. Una supremazia senza discussione. Con Manolas e Fazio precisi e attenti, nell'ultima mezz'ora i giallorossi si concentrano sul possesso per gestire i ritmi, cercando di arrotondare il risultato. Cragno vola su un colpo di testa di El Shaarawy, poi Dzeko sbaglia tutto in mezzo all'area dopo una bella discesa di Perotti. Due lampi che animano il finale del match, con Kolarov bravo a inserirsi per firmare il tris che chiude la gara dopo l'ennesimo intervento super di Cragno. Nella corsa Champions la Roma non molla. Milan e Atalanta avvertite. 

LE PAGELLE

Pastore 7,5: a ritmi bassi danza sulle punte e fa valere la tecnica, piazzandosi perfettamente tra le linee e deliziando l'Olimpico con i suoi colpi di fioretto. Preciso il colpo del raddoppio, più sfortunato più tardi quando centra la traversa
Kluivert 7,5: attacca la profondità, si muove bene senza palla e quando arriva sul fondo fa sempre la cosa giusta. Pregevole l'assist per Pastore, poi tante altre buone giocate in velocità
Florenzi 7: difende con ordine e si propone con continuità, cercando il dialogo con Dzeko per inserirsi. Ha gamba e si vede 
Barella 6: lotta, corre e si sbatte. Solita sostanza, ma è uno dei pochi a crederci davvero
Ceppitelli 5: disordinato e impreciso. Insieme a Pisacane fatica a limitare Pastore e quando prova a battagliare con Dzeko non sempre esce vincitore. Vicino all'autogol in almeno due occasioni
Birsa 5: dovrebbe dare ordine e illuminare la manovra, ma dalle sue parti passano pochissime palle e quando arrivano la luce è sempre spenta
Cragno 7: prende tre gol, è vero, ma evita l'imbarcata con i suoi interventi. La parata sul colpo di testa di El Shaarawy è un mix perfetto di tecnica e reattività

IL TABELLINO

ROMA-CAGLIARI 3-0 
Roma (4-2-3-1): Mirante 6; Florenzi 7, Manolas 6,5, Fazio 7, Kolarov 7; Pellegrini 6,5, Nzonzi 6; Kluivert 7,5 (42' st Coric sv), Pastore 7,5 (18' st Perotti 6), El Shaarawy 7 (29' st Under 6); Dzeko 5,5.
A disp.: Olsen, Fuzato, Juan Jesus, Schick, Marcano. All.: Ranieri 7
Cagliari (4-3-1-2): Cragno 7; Cacciatore 6 (32' st Srna sv), Ceppitelli 5, Pisacane 5, Pellegrini 5,5; Ionita 5,5, Cigarini 5, Barella 6; Birsa 5 (23' st Deiola 5,5); Pavoletti 5, Joao Pedro 5 (38' st Thereau sv).
A disp.: Rafael, Aresti, Bradaric, Cerri, Oliva, Padoin, Lykogiannis, Despodov, Romagna. All.: Maran 5
Arbitro: Manganiello
Marcatori: 5' Fazio (R), 8' Pastore (R), 41' st Kolarov (R)
Ammoniti: Manolas (R); Ceppitelli, Pisacane (C)
Espulsi: -

LE STATISTICHE

Prima di Aleksandar Kolarov, l'ultimo difensore straniero che aveva segnato otto reti in una singola stagione di Serie A era stato Sinisa Mihajlovic nel 1998/99.
Era da dicembre 2012 che due giocatori argentini della Roma non trovavano il gol nello stesso match di Serie A (in quell'occasione Lamela e Burdisso vs Milan).
La Roma ha mantenuto la porta inviolata in due match casalinghi consecutivi in Serie A per la prima volta da ottobre 2017.
Quinto gol di Federico Fazio in questo campionato, le sue ultime quattro reti sono arrivate in match casalinghi.
Le tre reti di Javier Pastore in questo campionato sono tutte arrivate all'Olimpico nel corso del primo tempo.
Sono passati solo 163 secondi tra il gol di Fazio e quello di Pastore.
La Roma è la squadra che ha segnato maggiormente nei primi tempi di questo campionato, 32 gol (14 dei quali nei primi 15 minuti, altro record).
La Roma ha segnato in 12 partite casalinghe di fila in Serie A per la prima volta da settembre 2017.
Javier Pastore non partiva titolare in un match di Serie A dal 29 settembre 2018 (v Lazio).

TAGS:
Calcio
Serie a
Roma
Cagliari

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X