Samp, Montella: "Cancellare alibi"

"Bisogna cancellare gli alibi e pensare solo a come batterli"

  • A
  • A
  • A

Fallito il primo esame a Udine, Vincenzo Montella ci riprova contro il Milan dell'amico Mihajlovic. "Il calcio è fatto di sentimenti. Per me è un piacere ritrovare Sinisa. Questa è una gara dalle grandi motivazioni. Si vive per queste partite. Noi giocheremo con coraggio e personalità e di certo non siamo inferiori al Milan. Ho fretta e devono averla anche i miei ragazzi. Bisogna cancellare gli alibi e pensare solo a come batterli", ha detto.

"Problema in trasferta? Va cancellato, non bisogna avere paura non bisogna avere fantasmi ma serve ottimismo. Sto cercando di capire perché abbiamo questi problemi lontano da casa. Abbiamo analizzato la sconfitta di Udine, guardando ciò che abbiamo fatto discretamente e ciò che abbiamo fatto male o che potevamo fare meglio. Il possesso palla c'è stato, ma è stato sterile, abbiamo giocato poco in verticale. Ci sarà bisogno di più profondità e di posizionamenti migliori", ha aggiunto. Sui singoli: "Muriel non esplode? E' un discorso che sento da 5 anni, ora sto imparando a conoscerlo. Le qualità le ha tutte, lo vedo motivato. Fernando? Può migliorare, è giovanissimo ma ha già esperienze importanti alle spalle. Ha la tecnica per giocare più in verticale". Infine gli auguri a Mancini, che compie 51 anni: "Vorrei fare gli auguri di buon compleanno a Roberto Mancini e augurargli di poter possa rimanere in testa il più a lungo possibile".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments