Napoli, De Laurentiis: "Con Sarri alla Juve un nostro scudetto avrebbe più gusto"

Il presidente azzurro: "Quagliarella può chiudere la carriera qui. Ho detto no a una proposta di 900 milioni per il club"

  • A
  • A
  • A

Aurelio De Laurentiis compie 70 anni, un traguardo importante per chi ha lasciato un segno prima nel mondo cinematografico e poi nel calcio: "A parte l'epoca di Maradona, mai il Napoli ha avuto un ruolo internazionale così autorevole: il nostro status è evidente". Un risultato raggiunto nonostante il neo di uno scudetto sfumato come quello dello scorso anno, ADL punzecchia ancora la Juventus: "Moralmente lo abbiamo vinto noi grazie a un gioco meraviglioso e unanimemente riconosciuto, so che quel titolo è nostro. Ma nel calcio esistono agenti esterni che finiscono per essere condizionanti: quando questi fattori verranno sconfitti si potrà parlare di credibilità e certe cose non accadranno".

Si passa al Napoli del futuro: "Con Ancelotti abbiamo avviato in anticipo il mio quarto ciclo azzurro - le parole al Corriere dello Sport -. Io sono contentissimo di lui e lui è felice di stare qui". Si parte con i nomi: "Quagliarella meriterebbe l'occasione di chiudere la carriera a Napoli, non è una questione economica ma di romanticismo: dovrebbe poter vivere qui come avrebbe voluto, cioè gioiosamente (si riferisce al caso di stalking, ndr)".

Sugli altri rinforzi: "Sappiamo di dover intervenire in difesa, a centrocampo non sarà semplice mentre in attacco abbiamo l'ira di Dio". Chiusura sul capitano: "Insigne ha avuto un periodo di appannamento che ha inciso nella sua psicologia, dopo quel confronto a casa di Ancelotti assieme a Raiola (suo procuratore, ndr) il caso non è più esistito"

De Laurentiis ha parlato poi a tutto campo a Radio Kiss Kiss Napoli, partendo dall'accostamento di Sarri alla Juventus per la prossima stagione: "Dipende da lui, è maggiorenne. Una volta uscito da casa nostra non possiamo che augurargli del successo, tiferò per la sua squadra in finale di Europa League e sarei felicissimo se vincesse. Dovesse andare alla Juventus ci sarebbe più gusto per noi se vinciamo lo scudetto il prossimo anno". A Napoli resterà Ancelotti: "Nessun dubbio, ha un contratto di tre anni".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments