"Le Iene", regalo a Conte: maglia di Mou autografata. "Tienila tu..."

Gli inviati del programma hanno provato a siglare la pace tra i due ma il tecnico del Chelsea non sembra aver gradito molto

  • A
  • A
  • A

La disputa tra Antonio Conte e Josè Mourinho vive un nuovo capitolo. Dopo i tanti botta e risposta tra i due tecnici (il manager del Chelsea attaccò lo Special One dicendo "Soffre di demenza senile" e il portoghese replicò dicendo di non essere mai stato squalificato per il calcioscommesse), ci hanno pensato "Le Iene" a riaccendere la miccia. Gli inviati del programma sono intervenuti durante una conferenza stampa dell'ex allenatore della Juve portandogli in regalo una maglietta dello United autografata proprio da Mou: "Tienila tu" ha risposto Antonio, con aria decisamente infastidita.

Alessandro Onnis e Stefano Corti hanno provato a fare gli ambasciatori di pace:dopo aver fatto firmare una maglia dei Red Devils a Mourinho, i due inviati de "Le Iene" hanno fatto irruzione durante la conferenza stampa di Conte: "E' un regalo per te da parte di Mourinho. Viva l'amicizia!". Il tecnico italiano, però, prima è rimasto in silenzio poi ha commentato con un "Tienila tu..." che, immaginiamo, non sarà l'ultimo atto della vicenda. Negli ultimi tempi, infatti, i due non se le sono mandate a dire:"Provo solo disprezzo, la storia è chiusa" ha detto il portoghese. Da parte sua l'ex ct aveva già sentenziato: "Io pentito? Ha usato parole dure e non lo dimentico".

"Ho sempre sottolineato il grande impegno. In qualsiasi momento della mia avventura qui". Antonio Conte replica così a Roy Keane. L'ex giocatore, oggi viceallenatore della nazionale irlandese, nel corso di una trasmissione televisiva dedicata alla Champions League aveva definito "non professionali" i giocatori dei Blues. "Penso che, in questi 18 mesi, abbiamo costruito una grande mentalità. In ogni sessione di allenamento vedo un grande impegno e un grande comportamento. Sotto questo aspetto, sono molto felice", aggiunge il tecnico pugliese alla vigilia della sfida di FA Cup contro l'Hull City.

Sugli appuntamenti futuri: "Abbiamo davanti a noi due settimane molto difficili. Per questo motivo, penso che sia giusto avere un programma, avere un piano. Intanto pensiamo a passare il turno in Coppa, poi penseremo alla sfida di Champions col Barcellona. Vogliamo lottare in ogni competizione. Non c'è una priorità. Ne abbiamo tre". Una battuta sulle condizioni fisiche di Morata, affetto da un fastidio alla spalla: "Alvaro si è allenato regolarmente, ogni giorno. Le sue condizioni fisiche stanno migliorando. Domani sarà in campo per una parte del match, in modo tale da essere al 100% con i blaugrana".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments