Masha è tornata: stesa la Vinci

Dopo 15 mesi di stop per doping, Masha rientra alla grande contro l'azzurra (7-5, 6-3)

  • A
  • A
  • A

Masha è tornata. Dopo 15 mesi di squalifica per doping, a Stoccarda Maria Sharapova è rientrata nel circuito usufruendo di una wild card molto criticata e battendo al primo turno Roberta Vinci. Un debutto convincente quello della russa, che ha piegato l'azzurra in due set col punteggio di 7-5, 6-3. A tratti ingiocabile, Masha è apparsa già in palla e pronta a risalire velocemente la classifica Wta. Ora dovrà vedersela con la Makarova

Il Meldonium, la squalifica, le polemiche. Poi il campo. Dopo quindici mesi lontano dal circus, Maria Sharapova è tornata. E lo ha fatto mostrando il meglio del repertorio. Servizio, potenza e profondità dei colpi hanno fatto la differenza contro Roberta Vinci, che si è dovuta arrendere in due set dopo un primo parziale combattuto. Aggressiva e concentrata, la russa non ha lasciato scampo all'azzurra, che non è riuscita a tenere il ritmo dell'avversaria, subendo le accelerazioni e la voglia di riscatto di Masha.

Dopo quindici mesi di stop, del resto, la Sharapova è riuscita a trasformare in cattiveria agonistica tutta la rabbia accumulata dopo la squalifica. Una prova di forza che lascia poco spazio alle polemiche, che invece hanno accompagnato la vigilia del debutto della russa a Stoccarda. In attesa di sapere se anche al Roland Garros usufruirà di una wild card, Masha si gode il rientro in grande stile a Stoccarda. Tutte avvertite. Masha è tornata. E fa già paura.

La squalifica e il rientro vincente. Dopo aver battuto Roberta Vinci, Maria Sharapova si lascia andare. Tre "yes" e gli occhi lucidi. "Ho fatto tante cose belle in questi 15 mesi, ho imparato molto ma soprattutto sono cresciuta come persona - ha spiegato la siberiana -. Questo è ciò che so fare fin da quando ero bambina e qui volevo tornare al più presto". "

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments