MotoGP, Lorenzo si conferma davanti a tutti anche nelle libere 2 di Jerez

Lo spagnolo batte Marquez e le due Ducati ufficiali, Rossi è soltanto 13°

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

ALBERTO GASPARRI

Pur non avendo migliorato il suo tempo della mattina, Jorge Lorenzo è stato il più veloce anche nella seconda sessione di prove libere della MotoGP a Jerez. Lo spagnolo della Yamaha ha chiuso in 1'39"300, a un decimo da quanto fatto nella prima uscita. Alle sue spalle Marquez (Honda), secondo a 0"128, e le Ducati di Iannone e Dovizioso, terzo e quarto a poco più di due decimi. Solo 13° Rossi, che però resta nella top 10 della classifica combinata.

Insomma, sarà la notizia della conferma alla Yamaha, sarà l'aria di casa, sta di fatto che quello visto in pista nel venerdì andaluso è un Lorenzo vecchio formato. Jorge ha martellato sia al mattino, sia al pomeriggio, badando alla gara, senza dimenticare il cronometro. Nonostante l'aumento delle temperature abbia reso la pista più scivolosa, con conseguente innalzamento dei tempi, c'è chi è riuscito a migliorare. Come Marc Marquez, che, presa confidenza con il guanto e la manopola speciale e pur senza antidolorifici, è stato capace di mettersi in scia al suo grande rivale. A conferma che domenica ci sarà anche lui a lottare per la vittoria. Qualche dubbio in più invece per la Ducati. I due Andrea sono stati molto veloci nel finale, ma hanno usato la gomma soft, cosa che difficilmente potranno fare in corsa. Iannone e Dovizioso, comunque, sono quarto e quinto "assoluti" e per il podio ci saranno nonostante una pista che in passato è stata ostica per la Desmosedici. Davanti a loro, oltre a Lorenzo e Marquez, c'è anche la Suzuki di Aleix Espargaro, che pur non migliorando nel pomeriggio, è sempre andato molto forte. In crescita Danilo Petrucci con la Ducati Pramac, sesto di frazione e di giornata dopo un esordio non brillante, mentre un capitolo a parte merita Valentino Rossi. Il pesarese non ha usato la gomma media (che è quella più morbida per le factory) e alla fine è scivolato indietro in classifica, pur chiudendo al nono posto nella combinata valida per l'ingresso diretto al Q2. Niente di preoccupante, visto si è concentrato unicamente sul setting migliore per quando si spegnerà il semaforo. Nel gruppo dei migliori si sono inseriti anche i vari Cal Crutchlow, Pol Espargaro, Maverick Vinales e Scott Redding, gente che però dovrà accontentarsi di stare nella "top 10" domenica. Qualche segnale positivo arriva dall'Aprilia, che ha piazzato Alvaro Bautista 18° (21° di combinata) a 1"5 da Lorenzo. Sempre penultimo Marco Melandri, vittima anche di una caduta.

Rossi fa la formichina

A Jerez un Lorenzo rinato, Marquez combattente, Ducati nobile e Valentino... L. Budel

TAGS:
MotoGP
Jerez
Rossi
Marquez
Ducati
Dovizioso
Honda
Lorenzo
Yamaha

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X