Psg, Cavani: "Mi fa piacere che le italiane mi vogliano"

È rottura col Psg dopo i 70' in panchina contro il Nizza: "Non capisco perché le cose vadano così"

Settanta minuti in panchina, con Blanc che gli ha preferito il giovane Ongenda. Edinson Cavani, che già nei giorni scorsi aveva manifestato il proprio rammarico per il periodo negativo al Psg, si è visto ancora una volta quasi sfidato da Laurent Blanc. E così, al termine del match, non ha nascosto la propria delusione, aprendo ad un suo possibile ritorno in Italia: "Il brutto è che non capisco il motivo per cui le cose stiano andando così".

La storia col Psg è davvero ai titoli di coda, perché il rapporto con Blanc è arrivato proprio ai minimi termini. Il Cavani che si è presentato davanti ai microfoni al termine della partita era un Cavani quasi imbarazzato per la situazione nello spogliatoio parigino: "È davvero difficile capire il motivo delle cose che stanno capitando quest'anno. Io sono tranquillo perché alla sera vado a letto con la testa tranquilla perché do sempre il massimo e lavoro tanto. Rimango male, perché, ripeto, non so perché stia succedendo tutto ciò".

La novità nella vicenda è l'apertura, netta, ad un possibile ritorno in Italia. La Juve ha già avanzato i primi sondaggi con l'entourage del Matador, nel mirino anche del Chelsea e di altre squadre inglesi. "Ho giocato 7 anni in Italia, sono stati anni importantissimi per la mia carriere. Mi fa piacere che le squadre italiane parlino di me, mi vogliano, chiedano di me". Parole importanti, che fanno alzare di molto le quote bianconere nella corsa all'attaccante. Certo, l'affare non sarà semplice e indolore per le casse, ma una possibile partenza di Morata porterebbe la Juve all'assalto dell'uruguaiano.

TAGS:
Cavani
Psg
Juventus