Juve, allarme difesa: caccia a Cancelo e Garay

Un rinforzo dietro diventa una priorità. Ma con il Valencia la trattativa non sarà facile...

  • A
  • A
  • A

Una tiratina di orecchie alla squadra, distratta e recidiva ("Prendiamo sempre gli stessi gol") e un messaggio nemmeno troppo in codice alla società. Se all'indomani della cessione di Leonardo Bonucci al Milan, in casa Juve la convinzione comune era che un acquisto in difesa non fosse la priorità, i segnali arrivati da Wembley, dove i bianconeri hanno preso una discreta lezione dal Tottenham e incassato un brutto 2-0, stanno costringendo i campioni d'Italia a rivedere i piani e rivalutare con attenzione le prossime mosse di mercato. Allegri, che mai, ma proprio mai, parla a caso, l'ha messa un po' sull'ironia, ma non ha nascosto un certo disappunto per le ultime prestazioni della sua linea difensiva. Che, in effetti, non solo è uscita con le ossa rotte dalla sfida a Kane, ma è arrivata a quota 7 gol subiti nei 4 match di spessore - Barcellona, Roma, Psg e Tottenham - fin qui giocati. Il che, in sintesi, se al 6 di agosto non fa esattamente scattare l'allarme, fa se non altro alzare le antenne in vista della prima sfida importante della stagione, vale a dire l'appuntamento con la Supercoppa di domenica prossima.

Logico, quindi, che si corra ai ripari e che non è follia immaginarsi un'accelerata nelle trattative, ipotizzate e abbozzate, per Cancelo e Garay. L'esterno destro, vista anche la prestazione di Lichtsteiner a Londra, è sicuramente tra le priorità ma, al momento, la distanza con il Valencia è ampia. Gli spagnoli chiedono 25 milioni, una cifra considerata decisamente troppo alta dalla Juve che potrebbe al massimo spingersi a 18. La forbice è quindi significativa e in più sul giocatore si sta muovendo anche l'Inter, pronta a inserire l'esterno destro nell'affare Kondogbia, inseguito a sua volta dal Valencia.

Inutile dire che una eventuale asta non gioverebbe né ai bianconeri né ai nerazzurri e che, per entrambi, il tempo stringe. Tanto più che sempre sull'asse Italia-Spagna-Valencia, le due eterne rivali stanno incrociando i guantoni anche per Garay. La richiesta, anche in questo caso, è di 25 milioni e, anche in questo caso, toccherà lavorare parecchio per cercare di abbassarla. Certo è che qualcosa la Juve a questo punto lo dovrà pure fare e forse, anche se questi non erano i progetti, varrà la pena reinvestire i soldi incassati dalla cessione di Lemina proprio per il reparto difensivo. Perché, e torniamo ad Allegri, "i campionati si vincono con la miglior difesa". E la BBC, privata di Bonucci, non è più così insuperabile.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments