Dopo la Champions c'è Conte: in settimana l'ufficialità. Zhang: "Farò il meglio per questi colori"

Il presidente nerazzurro esulta, l'Inter è pronta alla svolta: Spalletti ai titoli di coda

  • A
  • A
  • A

No, non siamo su "Scherzi a parte" e Luciano Spalletti non sarà l'allenatore dell'Inter per la prossima stagione. Conquistata la qualificazione in Champions, la sua esperienza in nerazzurro può dirsi conclusa. Si tratta solo di definire come, le modalità di una separazione comunque già decisa: il club si prepara a inaugurare ufficialmente il nuovo corso, in settimana è attesa infatti la firma di Antonio Conte. A lui il compito di capitalizzare la rocambolesca qualificazione nell'Europa più nobile e costruire insieme all'ad Marotta una squadra che possa tornare realmente a insidiare la Juve in Italia e rendersi protagonista in Coppa.

Questione di giorni, pochi. I rumors indicano in mercoledì la data del possibile annuncio. Comunque sia, è tutto fatto. Compresa l'organizzazione del viaggio di Conte in Cina nel quartier generale di Suning per conoscere personalmente in patron Zhang Jindong e siglare il triennale che lo riporterà così ad allenare in Italia dopo la parentesi al Chelsea.

Dopo di che, si diceva, la ricostruzione che, libera dai paletti del settlement con la Uefa garantirà ai nerazzurri maggiori margini d'azione rispetto al passato recente. Le premesse ci sono e le promesse pure, come quelle del presidente Steven Zhang che nell'esultanza post-Empoli ha voluto guardare al futuro: "Farò il meglio per questi colori" ha detto. Partendo, dunque, da Antonio Conte!.

LA PROMESSA DEL PRESIDENTE: "IL MEGLIO PER L'INTER"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments