SERIE B

Serie B: il Cosenza recupera due volte il Perugia, finisce 2-2 al Curi

Sciaudone e Riviere replicano a Iemmello e Falasco. Gli umbri non riescono ad agganciare il secondo posto

  • A
  • A
  • A

Termina 2-2 il posticipo della quindicesima giornata di Serie B tra Perugia e Cosenza. Gli umbri passano in vantaggio con Iemmello al 18’; Sciaudone pareggia i conti 45 secondi dopo l’inizio della ripresa. La formazione di Oddo torna avanti al 66’ con un sospetto tocco con il braccio sinistro di Falasco, ma i calabresi ristabiliscono la definitiva parità al 69’ con la deviazione vincente di Riviere. Il Perugia perde così l’occasione di agganciare il secondo posto.

Gli umbri partono subito a spron battuto e dopo appena 30 secondi dal fischio d’inizio, su un tiro-cross di Rosi, è bravo Perina a recuperare la posizione e a deviare in calcio d’angolo. Al 9’ il destro di Carraro da centro dell’area finisce alta sopra la traversa. Poi, al 17’, il Perugia passa meritatamente in vantaggio: Iemmello, il capocannoniere della formazione allenata da Massimo Oddo, prima colpisce di testa e centra il palo, anticipando l’uscita di Perina, poi è lesto a insaccare a porta vuota. Il Perugia continua a dominare e al 28’ sfiora il raddoppio, quando Dragomir serve Capone, che si presenta solo davanti a Perina; scavetto a superare il portiere, ma il pallone sbatte sul palo. Nel finale di tempo Riviere prova la girata, ma il tentativo dell’attaccante francese del Cosenza finisce ampiamente sul fondo.

Neanche il tempo di ricominciare che i calabresi agguantano il pareggio dopo 45 secondi dall’inizio della ripresa: Sciaudone ribatte in rete una prima deviazione di Carraro su un tiro di Pierini da posizione decentrata e fa 1-1. Sulle ali dell’entusiasmo il Cosenza resta in zona offensiva: Litteri ha lo spazio per girare in porta, ma il suo tiro di testa è debole e para Vicario. Nel giro di tre minuti il risultato cambia ancora un paio di volte: prima il Perugia torna a vanti con una rete molto discusa da parte di Falasco che, con molta probabilità, segna col braccio sinistro nel duello aereo con Bruccini, poi gli ospiti ristabiliscono la parità al 69’ con la deviazione vincente di Riviere che beffa Vicario (male in uscita) su un cross di Baez dalla destra. Il match si accende: Vicario vola su una splendida conclusione di D’Orazio, riscattando parzialmente l’errore precedente. In pieno recupero viene espulso Dragomir per un fallo di reazione su Machach. Un punto che non può fare molto piacere a entrambe le formazioni: il Perugia perde l’occasione di agganciare la seconda posizione, il Cosenza rimane pienamente immischiato nella zona retrocessione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments