SERIE B

Empoli stoppato dal Cittadella, Lecce e Spal non si fermano, pari per Venezia e Monza

I toscani pareggiano 2-2 in Veneto e vedono avvicinarsi in classifica salentini (7-1 alla Reggiana) e ferraresi (2-0 sul Pescara)

  • A
  • A
  • A

Nel sabato di Serie B il Cittadella riprende nel finale la capolista Empoli: dopo i gol di Benedetti per i veneti e l’uno-due ospite di Mancuso e Olivieri, a siglare il definitivo 2-2 è Gargiulo al 91’. I toscani ora sono insidiati da vicino da Lecce (7-1 alla Reggiana con tripletta di Coda) e Spal (a segno Salamon ed Esposito nel 2-0 al Pescara). Il Brescia strappa il 2-2 nel finale al Venezia grazie a Papetti mentre Monza-Pordenone finisce 1-1.

BRESCIA-VENEZIA 2-2
Sfugge nel finale al Venezia quello che sarebbe stato il secondo successivo consecutivo dopo il 2-0 all’Entella. I lagunari, dopo il gol dell'1-0 dei padroni di casa siglato al 13’ da Bisoli, imbastiscono una bella reazione e già al 33’ con Forte impattano la contesa. Nel secondo tempo la partita resta viva e il Venezia, sempre con Forte, al 55’ trova la rete che lo porta a condurre le operazioni. La reazione del Brescia però è inevitabile e viene conclusa con successo da Papetti al 95’ quasi a tempo scaduto.

CITTADELLA-EMPOLI 2-2
Pareggia 2-2 la capolista Empoli che a Cittadella non riesce a gestire il risultato e nel finale non solo vede il rientro di padroni di casa ma rischia addirittura la beffa. I veneti vanno in vantaggio al 30’ del primo tempo con Benedetti la cui parabola su punizione inganna un disattento Brignoli. L’Empoli si butta subito alla ricerca del pari ma deve aspettare la ripresa per vedere ripagati i propri sforzi. Al 68’ su rigore, infatti, Mancuso finalmente impatta il match per i suoi che tuttavia non si fermano e, quattro minuti più tardi, balzano al comando grazie al bel tiro dalla distanza di Olivieri. I toscani però faticano a tener palla e ad amministrare il risultato e così al 91’ Gargiulo li punisce segnando la rete del 2-2. Non contento però il Cittadella va addirittura alla ricerca dei tre punti e con la traversa su punizione di Rosafio fa scorrere un ultimo brivido lungo la schiena degli empolesi.

LECCE-REGGIANA 7-1
Non ha problemi la squadra di Corini a liberarsi 7-1 della Reggiana e a conquistare così il terzo successo consecutivo che la riporta in scia ad un Empoli ancora momentaneamente capolista. I salentini indirizzano la gara già nel primo tempo quando i due gol di Coda (4’ e 20’) e la rete di Tachtsidis (37’) annichiliscono gli ospiti e di fatto chiudono i conti già all’intervallo. Nella ripresa i salentini, registrato il gol della bandiera ospite di Rozzio al 58’, arrotondano ulteriormente il risultato con Coda (tripletta personale) al 50’, Falco al 69’, Majer al 75’ e Calderoni all’84’.

PORDENONE-MONZA 1-1
Si interrompe a due la striscia di successi consecutivi del Monza che a Pordenone non va oltre l’1-1. Gli ospiti vanno in svantaggio dopo neanche 60 secondi di gioco (a segno Musiolik) e per lunghi tratti della gara fanno fatica a macinare gioco. Al 56’ tuttavia Maric infila l’1-1 su assist di Gytkjaer, punteggio che poi, nonostante i tentativi da una parte e dall’altra, non cambia più fino al triplice fischio.

SPAL-PESCARA 2-0
Prosegue il momento positivo della Spal che contro un Pescara sempre più in crisi ottiene la quarta vittoria consecutiva e il secondo posto provvisorio in classifica assieme al Lecce. I ferraresi mettono la gara in discesa al 28’ con la rete di Salamon, gol che però non chiude i conti lasciando aperto uno spiraglio agli ospiti fino agli ultimi minuti di gara. Solo al 94’ infatti, dopo aver respinto tutti i tentativi abruzzesi, i padroni di casa trovano la marcatura di Esposito che chiude i conti e dà a Marino l’ennesima gioia stagionale.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments