VERSO MILAN-VERONA

Milan, Pioli: "Giroud sta bene, ma va gestito. Leao lavora per diventare un campione"

Il tecnico rossonero in vista della partita contro il Verona: "La squadra sta bene ed è convinta di quello che fa, siamo pronti per vincere"

  • A
  • A
  • A

Dopo la durissima sconfitta nel derby e il pareggio col Newcastle in Champions League, il Milan si rituffa nel campionato. A San Siro arriva il Verona e per Stefano Pioli è vietato sbagliare. "Vincere è sempre importante, soprattutto per noi che veniamo da una sconfitta in campionato - ha spiegato il tecnico rossonero -. La squadra sta bene ed è convinta di quello che fa. E' vogliosa di fare la gara giusta domani con l'Hellas". "Leao? Non mi va per niente che si diano responsabilità a uno solo. Sta lavorando per diventare un campione - ha aggiunto - Giroud sta bene, ma va gestito". 

LA CONFERENZA DI PIOLI

Ostacolo Verona
"Vincere è sempre importante, soprattutto per noi che veniamo da una sconfitta in campionato. Non esistono partite facili, ma c'è la voglia di interpretarle bene e avere la qualità per poterle vincere"

Possibili rotazioni?
"Sto cercando di fare le scelte corrette per vincere la prossima gara. E' giusto che i giocatori scalpitino per giocare. Dovrò sceglierne 11, ma ci sono sempre gli altri che poi entreranno. Chi gioca meno, deve stringere i denti. L'importante è avere questa disponibilità da parte dei calciatori. Giocheranno tutti per le tante partite"

Come sta la squadra
"La squadra sta bene ed è convinta di quello che fa. E' vogliosa di fare la gara giusta domani"

Tre partite di campionato di fila
"E' una grande occasione da cogliere per fare bene. Per noi però ora c'è solo la gara col Verona. Ha fatto bene col Bologna, è intensa e aggressiva. Dovremo essere pronti, approcciare bene la gara perché è importante tornare a fare tre punti"

Giroud
"Sta molto bene, è importante per la squadra e va gestito. Ci sarà modo di gestirlo bene, non ha problemi fisici ed è in ottime condizioni"

I nuovi arrivati
"E' un giudizio molto positivo. Hanno qualità, disponibilità, si sono aggregati bene. Il tempo dell'inserimento è finito perché giochiamo tanto, ma non è finito del tutto. Arrivano da campionati ed esperienze diverse. Servirà ancora un po' di tempo per farli rendere al massimo. Ma si stanno allenando bene e sono già pronti per dare il loro contributo alla squadra"

La gara col Newcastle
"Abbiamo giocato cinque gare finora. Certe situazioni sono state molto positive, su altre invece dobbiamo crescere e dobbiamo trovare velocemente dei miglioramenti"

Jovic
"Ha avuto un'estate difficile e si è allenato poco. Gli manca ritmo, è molto motivato e sta bene. Non ha tanto minutaggio nelle gambe adesso, ma crescerà di condizione. Sa giocare a calcio. Per noi è importante avere giocatori che si muovono bene in area e giocano per la squadra. Sarà molto utile durante la stagione"

L'errore di Leao col Newcastle
"Leao sta facendo un percorso importante e sta facendo di tutto per trasformarsi in un campione. Dovrà imparare a gestire alcune situazioni di gioco. Crescendo così aumentano le sue responsabilità, ma migliorerà anche nella gestione della pressione. L'eventuale errore di un giocatore è l'errore di tutti, non di un singolo. E' sbagliato dare troppa pressione ai singoli giocatori. Non mi va per niente che si diano responsabilità a uno solo. Per diventare un campione si passa a volte da prestazioni altalenanti. Leao sta facendo dei passi importanti a livello caratteriale"

Sette partite in tre settimane
"Un'idea di programmazione e di distribuzione delle energie per mantenere alta la prestazione della squadra c'è. Poi sono le partite e le condizioni dei giocatori a suggerire le rotazioni"

Pagina derby chiusa col Newcastle?
"Il Newcastle non ha chiuso o aperto niente. Era la prima gara di Champions. Volevamo vincere, ma non ci siamo riusciti. Ci teniamo però tante cose positive della gara, così come ci teniamo i tanti errori del derby su cui dobbiamo lavorare per migliorare. In alcune situazioni non abbiamo ancora qualità"

Il calendario serrato
"Stiamo cercando di lavorare per rendere migliore qualcosa che non sembra ideale"

Reijnders e Krunic
"Reijnders potrebbe far rifiatare Krunic in quella posizione. Anche Adli può farlo, poi vedremo. Non siamo dipendenti da un singolo giocatore, ma dall'atteggiamento e dal gioco di squadra"

Florenzi vice Theo?
"E' un titolare del Milan, giocando in questo modo è utile sia a destra che a sinistra. Poi che giochi dall'inizio o a partita in corso non è importante. Ci saranno occasioni per vederlo giocare"

Le condizioni di Maignan
"Ha avuto solo un affaticamento. Però è chiaro che con tante gare ravvicinate uno stop di una settimana può farti saltare anche due partite. Però non dovrebbe essere un infortunio lungo"

Le caratteristiche di Chukwueze
"Lo vogliamo molto aperto in fascia. Era abituato a venire più dentro il campo. L'idea col Newcastle era averlo in campo per puntare un terzino con un altro passo. Nel primo tempo lo abbiamo sfruttato poco, poi ho messo Pulisic. Ma siamo soddisfatti della sua prestazione" 

Come sta Kalulu
"Una piccola lesione c'è, credo che per le prossime tre gare non sarà a disposizione"

Che Verona sarà
"Non sappiamo se il Verona starà chiuso. Dobbiamo stare molto attenti. Finora il Verona è stato aggressivo, ma anche altri avversari ce li aspettavamo aggressivi però poi hanno fatto una partita diversa. Dobbiamo avere l'intelligenza di capire che soluzioni adottare"

Sportiello e l'avvio della manovra
"Conosce benissimo le nostre posizioni e i principi di gioco, è pronto per aiutarci anche in fase di impostazione. Come col Torino, probabilmente anche domani il portiere avrà più tempo per impostare"

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti