QUI MILAN

Milan, Pioli: "Vittoria del sacrificio, bravi a restare intensi e compatti"

Il tecnico rossonero: "Non è facile giocare contro questo Torino, soddisfatto di come abbiamo interpretato la gara"

  • A
  • A
  • A

Nove vittorie nelle prime dieci giornate di campionato, ma contro il Torino (1-0) è arrivata forse la più brutta della stagione per il Milan di Pioli: "Sono molto soddisfatto di come abbiamo interpretato la gara - ha commentato il tecnico rossonero a fine partita -, l'abbiamo controllata rischiando poco. Non siamo stati dinamici, ma siamo stanchi e giocare contro questo Toro non è semplice. Mi è piaciuta la voglia dei ragazzi di vincere questa sfida". 

Il Milan ha vinto con la voglia di sacrificarsi di tutti: "Non mi sorprendono più perché li conosco tutti e so quanto possono darmi, non solo Leao. La squadra è in condizione fisica e mentali, abbiamo abbassato la pressione solo nella ripresa e lasciato una sola occasione al Torino".

Un successo "sporco e cattivo" come si dice in questi casi, con tanti duelli vinti: "Lavoriamo quotidianamente con intensità per giocare il nostro calcio - ha continuato Pioli a Dazn -. Ogni tre giorni siamo in campo e ti alleni male, prepari quasi solo la parte tattica, ma i giocatori hanno la voglia di interpretare le partite. Sapevamo che avremmo dovuto fare tanti duelli e sono soddisfatto che molti li abbiamo vinti, restando sempre in partita e con voglia di soffrire. Siamo stati compatti anche nel momento di difficoltà, portando a casa tre punti importanti".

Contro il Toro il Milan ha giocato più coi lanci lunghi sulla torre Giroud con Leao al suo fianco: "Abbiamo visto che non potevamo palleggiare da dietro, era più sensato avvicinare i giocatori offensivi centralmente e dare ampiezza coi terzini. I due centrali di centrocampo dovevano essere più mobili, ma abbiamo lottato su tutti i palloni in una partita complicata e difficile. Saelemaekers? Deve essere più lucido nelle giocate semplici, anche in zone di campo pericolose. La sua crescita è importante e continua, è tutt'altro giocatore rispetto a quando è arrivato. Ha talento, dinamismo e qualità, ma deve essere più lucido nelle cose semplici".

In casa rossonera resta l'emergenza, ma i sostituti stanno dando il contributo per la vetta della classifica: "Abbiamo altre partite in arrivo difficilissime. Per la rosa il merito è della società che ha costruito una squadra forte, mi spiace in questo periodo non far rifiatare Leao perché ha speso tantissimo".

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments