Donnarumma salva il Milan e poi lo spaventa: "Del futuro non parlo"

Il futuro del numero 1 rosonero è legato anche alle sentenze Uefa, il Psg è in pressing

  • A
  • A
  • A

I suoi guantoni hanno salvato il Milan. Se quel rigore di Ciano fosse entrato in rete forse i rossoneri avrebbero avuto un crollo nervoso. Se la squadra invece può ancora sognare la qualificazione in Champions League lo deve a un Gigio in versione monstre. Donnarumma è tornato a fare la differenza nonostante in questa stagione qualche scivolone ci sia stato lungo il percorso.

Caduto, Gigio si è sempre rialzato. Senza polemiche, in silenzio, esattamente come nel post match col Frosinone quando ha lasciato San Siro gettando un po' di ombre sul suo futuro, ovvero non parlandone ("Non parlo del mio futuro").
Troppe incognite gravitano ancora sul portiere rossonero. Dopo l'addio di Mirabelli, in contrasto aperto con Mino Raiola, l'arrivo di Leonardo aveva riaperto le negoziazione per un rinnovo del suo contratto in scadenza tra due anni. Ora però sembra prospettarsi un'altro scenario, con Il DT rossonero in bilico ma soprattuto con i destini incerti del club.
Il mancato ritorno tra le Regine d'Europa potrebbe provocare la cessione di Donnarumma per motivi finanziari. I mancati introiti dalla Champions, 50 milioni, potrebbero arrivare dal Psg, che non molla il pressing prospettando a Gigio la possibilità di arrivare a 8 milioni di euro a stagione (due in più del suo attuale salario).
Vedremo, ma sul futuro di Donnarumma peseranno pure le sentenze Uefa: il mancato slittamento oltre il 2021 del pareggio di bilancio renderebe quasi inevitabile il suo sacrificio. Ancora 90 minuti e un nuovo tormentone è pronto a partire.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments