VERSO LAZIO-BOLOGNA

Lazio, Inzaghi: "Non penso al primo posto. Juve-Inter? Penso al Bologna"

Il tecnico biancoceleste: "L'Atalanta voleva giocare di venerdì? Un giorno in più potrebbe farmi recuperare tutti"

  • A
  • A
  • A

Con una vittoria contro il Bologna nell'anticipo del sabato sera, la Lazio sarebbe prima in classifica in attesa di Juventus-Inter. Per Simone Inzaghi prima però viene la sfida contro i rossoblù di Mihajlovic: "Non sarà semplice, è un avversario scomodo. Il Bologna ha 34 punti, ma ha avuto tanti infortuni e ultimamente in trasferta ha fatto grandi partite".

Impossibile non parlare del Coronavirus e del fatto che metà delle sfide della giornata saranno disputate a porte chiuse, ma non Lazio-Bologna: "Giocare senza tifosi è strano, ma ci sono le autorità competenti che stanno valutando e dobbiamo adeguarci. C'è un problema e speriamo di sconfiggerlo al più presto".

La Lazio contro il Bologna dovrà fare a meno di Acerbi e Lulic: "Non è stata una settimana facile e avremo qualche defezione come le due citate. Anche Marusic non ci sarà, il suo fastidio muscolare ci ha sorpreso perché era molto utile in questo momento. Vedremo come sta, ma non rischieremo. Su Jony e Milinkovic sono ottimista, mentre Immobile ha avuto una forte influenza che sembra risolta, ma stiamo pronti a tutto".

La Lazio sta vivendo una stagione ottima: "I tre trofei vinti rimangono, ma stiamo passando giornate meravigliose. Anche a Marassi è stato bello esultare con i nostri tifosi. Battendo il Bologna - ha continuato Simone Inzaghi - potremmo mettere pressione alla Juventus, ma loro sono una squadra costruita in un altro modo, è al vertice da molto e sa gestire le pressioni. Prima di guardare loro però dobbiamo gestire la nostra partita e continuare così. Non mi interessa come finisce Juve-Inter".

La differenza nella corsa scudetto potrebbero farla le cosiddette secondo linee: "Sapevo che ci sarebbe stato bisogno di tutti - ha confermato Simone Inzaghi -, ma sono sempre stato tranquillo perché chi non giocava si è sempre allenato al massimo e sapevo che avrebbero risposto bene. Come Vavro a Genova".

Infine un commento sul risentimento dell'Atalanta per non averle concesso l'anticipo al venerdì in vista del ritorno di Champions League contro il Valencia: "Di queste cose se ne occupa la società. Noi abbiamo un po' di problemi e magari un giorno in più può fare la differenza per recuperare giocatori importanti come Acerbi e Marusic. Mi tengo l'opzione prestabilita per recuperare tutti".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments