QUI JUVENTUS

Juventus, Pirlo non molla lo scudetto: "Continuare a crederci"

Il tecnico bianconero dopo il ko col Benevento: "L’obiettivo non cambia, deve cambiare l’atteggiamento. Indossiamo una maglia importante e va sempre onorata"

  • A
  • A
  • A

La Juventus crolla in casa col Benevento e scivola a meno dieci punti (reali) dall'Inter, ma dopo la partita dello Stadium Andrea Pirlo non molla il sogno scudetto: "Dobbiamo continuare a crederci, a lavorare per cercare di essere sempre lì. L’obiettivo non cambia, deve cambiare l’atteggiamento. Indossiamo una maglia importante e va sempre onorata - ha detto il tecnico bianconero, che ha individuato i motivi della sconfitta soprattutto nell'atteggiamento della squadra - C’era la voglia di vincere ma sapevamo che era una gara difficile quindi bisognava avere la calma di sfruttare l’ampiezza del gioco, invece siamo stati frenetici e purtroppo non abbiamo portato a casa il risultato”.

“Non c’era troppa pressione, c’era il dovere di fare una partita migliore e purtroppo abbiamo fatto una partita brutta. Il nostro obiettivo era vincere giocandola meglio e invece siamo incappati in una giornata storta in atteggiamento e situazione tecniche, e quando giochi così non porti avanti il lavoro”, ha aggiunto analizzando la partita Pirlo, che poi ha preso l'errore di Arthur ad esempio: “Ha commesso un errore non da lui, strano perché non ha visto l’avversario. Era più facile lo scarico sul portiere, il passaggio orizzontale è sempre pericoloso, è stato un errore di leggerezza come tanti altri che dimostrano che il nostro atteggiamento è stato sbagliato.

“Sapevamo di affrontare una squadra che ti costringe a non giocare bene, sono le classiche partite in cui se la sblocchi viene tutto facile. Se non riesci diventa una partita brutta. Dovevamo avere un atteggiamento diverso, cercare la voglia di raggiungere il risultato perché avevamo la possibilità di accorciare la classifica - conclude la propria analisi il tecnico della Juve, che non sembra temere per la sua panchina e guarda già al futuro - Ora dobbiamo riflettere sui nostri errori, abbiamo due settimane per farlo, molti andranno in nazionale e quando torneranno valuteremo tutti gli errori". "Ci sarà una società che deciderà, io continuo a lavorare giorno per giorno, partita dopo partita, per cercare di fare del mio meglio. Poi alla fine ognuno tirerà le somme", ha aggiunto poi in conferenza stampa.

"Un voto? Non mi giudico, lo fate già voi in tanti e spetta a voi” ha concluso Pirlo. 

Vedi anche Juventus, Paratici dopo il Benevento: "Convinti di Pirlo, ma basta commettere errori" juventus Juventus, Paratici dopo il Benevento: "Convinti di Pirlo, ma basta commettere errori"

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments