Juve, Douglas Costa e Matuidi fermi, Mandzukic in parte col gruppo: Allegri conta gli infortunati

Pjanic lancia l'allarme: "Attenzione, prendiamo troppi gol"

  • A
  • A
  • A

A tre giorni dalla sfida contro il Manchester United, Max Allegri fa la conta degli infortunati. All'indomani della sfida vinta contro il Cagliari, la Juve è tornata infatti ad allenarsi alla Continassa e il tecnico bianconero ha dovuto fare i conti con i postumi del match di campionato. Sfida che ha costretto oggi ai box sia Douglas Costa che Blaise Matuidi: il primo fermato da un problema muscolare agli adduttori della gamba sinistra, il secondo da un colpo all'anca. Prosegue invece il lavoro personalizzato di Giorgio Chiellini e Federico Bernardeschi, mentre Mario Manzdukic (fermato da un riacutizzarsi del dolore alla caviglia alla vigilia della partita con i sardi) è tornato a lavorare almeno parzialmente con il gruppo.

Da valutare, dunque, il loro recupero in vista della sfida contro il Manchester di Mourinho e Pogba: sfida decisiva per chiudere i conti qualificazione agli ottavi di Champions con 180 minuti di anticipo. Appuntamento cui la Juve arriva pungolata dalle parole di Allegri, arrabbiato per qualche sbavatura di troppo in fase difensiva nei 90 minuti contro il Cagliari.

"Le partite in una stagione sono una sessantina" ha detto al proposito Miralem Pjanic. "Allegri lo ripete sempre, bisogna saper gestire le partite. Dobbiamo chiudere più velocemente i match per poi gestirli, senza rimettere in partita l'avversario, perché sappiamo che in una stagione ci sono una sessantina di partite e non si può sempre andare a 200 all'ora. La squadra - ha chiuso il regista bosniaco - sta ottenendo risultati importantissimi, ma qualcosa in più si può fare. In Serie A chi prende meno gol vince il campionato: dobbiamo migliorare nella fase difensiva per subirne meno".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments