Valeri fa arrabbiare tutti: la moviola di Juve-Napoli

Manca un rigore per il Napoli, c'è quello su Cuadrado. E in avvio Strinic...

  • A
  • A
  • A

La rabbia del Napoli, la risposta pacata della Juve. Il post partita dell'andata della semifinale di Coppa Italia giocata allo Stadium è piena di veleni. Per la direzione arbitrale di Valeri, attaccato da tutta la societò partenopea, a partire dai giocatori (Reina e Tonelli in primis) e poi anche dai dirigenti. De Laurentiis, negli Usa, ha fatto trapelare il proprio nervosismo. Il Corriere dello Sport riporta uno sfogo: "Al ritorno facciamo giocare la Primavera". Resta da capire quanto sia giustificata l'arrabbiatura della squadra di Sarri. Andiamo ad analizzare gli episodi chiave del match.

13' - È la Juve a reclamare un rigore in avvio di partita, quando Strinic allarga un braccio in area per sbilanciare Dybala, lanciato verso la porta di Reina. Il contatto c'è, non è particolarmente violento ma basta probabilmente a dare fastidio all'argentino, che comunque conclude (e Reina para). Decisione al limite, Valeri non fischia. Ma il terzino croato rischia grosso.

36' - Regolare il gol del vantaggio del Napoli con Callejon. L'attaccante parte in posizione regolare per questione di centimetri sul passaggio di Insigne. Ottima chiamata dell'assistente di Valeri.

46' - Pochi dubbi, anzi nessuno, sul primo rigore concesso alla Juventus. Koulibaly stende Dybala, schiacciando a terra il piede dell'attaccante argentino. È vero, il numero 21 della Juve inizia l'approccio verso il difensore con un piccolo slancio per prepararsi all'impatto, ma non ci sono dubbi sulla concessione del rigore.

68' - Qualcuno ha ricordato lo sviluppo dell'azione del 1998 di Juve-Inter, quando non fu concesso il rigore ai nerazzurri per il contatto Iuliano-Ronaldo e, sul capovolgimento di fronte, ne fu assegnato uno alla Juventus. Concentriamoci sul rigore reclamato dal Napoli. Albiol va giù nell'area della Juve, stretto nella morsa tra Bonucci e Pjanic. Ma con il difensore bianconero non c'è alcun contatto. Albiol si prepara invece all'impatto con la gamba di Pjanic, che è netto come mostra un replay da dietro la porta. Era rigore per il Napoli.

68' - Difficile da far digerire ad un portiere la concessione del secondo rigore per la Juve. Reina si infuria e viene ammonito (per il fallo, non per le proteste). Il portiere scatta verso Valeri perché sa di aver toccato la palla in uscita bassa su Cuadrado. Il problema è che lo spagnolo tocca sì il pallone, ma non lo toglie dalla disponibilità del colombiano, che dopo quel tocco potrebbe ancora concludere a rete. Reina però lo travolge, mandandolo a terra e perciò è calcio di rigore per la Juventus.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments