Champions, Juventus e Roma più ricche grazie all'Europa

Guadagnati fin qui 50 milioni, l'obiettivo è il raddoppio. E sorride anche la Lazio

  • A
  • A
  • A

E' il mantra di ogni dirigente sportivo dei top club: "L'importante è qualificarsi per la Champions League". Questione di prestigio, d'accordo, ma nel 2015 è più che altro questione di soldi. Con l'Europa di serie A svoltano i conti delle società: basti pensare che, dopo soli 4 turni di Champions, Juventus e Roma hanno già incamerato circa 50 milioni di euro a testa. Vincendo la finale di Milano, diventerebbero 100.

Passano gli anni ma la tendenza non varia, la Champions League è la gallina dalle uova d'oro per i club europei.Come si evince dall'inchiesta della Gazzetta dello Sport, i bianconeri sono a quota 55 milioni, i giallorossi a 48,9. L'anno scorso la Juve arrivò a 89,1 milioni grazie alla finale con il Barcellona, la Roma a 45,9 (eliminata ai gruppi).

La fetta più grossa di questi ricavi deriva dal market pool cioè la percentuale spettante ai club dell'incasso dei contratti televisivi Uefa, in continua crescita visto l'aumentare del costo dei diritti tv. Questa percentuale poi va distribuita: il 10% va a chi viene eventualmente eliminato ai playoff (infatti la Lazio ha incassato 10 milioni), il restante è diviso in base alla posizione in classifca dello scorso campionato (24,8 milioni alla Juve e 20,2 alla Roma) e alle partite che si disputano nell'annata in corso (entrambe sono a quota 14,2 milioni).

Spingendosi oltre i gruppi, le italiane posso arrivare fino a sfondare quota 100. Vincendo la coppa dalle grande orecchie, la Juventus toccherebbe 108,1 milioni mentre sarebbero 102 per la Roma. Un motivo in più per credere alla finale di Milano e per gli altri club italiani a lottare con tutte le forze per tornare in Champions.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments