Champions, è tutto nei piedi di Juve e Roma: con gli ottavi Allegri stacca Mou, Di Francesco può puntare al primato

Ultimi 90 minuti per bianconeri e giallorossi: ecco cosa serve contro Olympiacos e Qarabag per entrare nelle magnifiche 16 d'Europa

  • A
  • A
  • A

Pochi calcoli e sicuramente non complicati. Juve e Roma si giocano questa sera il passaggio agli ottavi di Champions e l'approdo tra le magnifiche 16 d'Europa dipende tutto da loro: i bianconeri sono di scena ad Atene contro l'Olympiacos, i giallorossi all'Olimpico contro il Qarabag e per entrambe una vittoria toglierebbe qualsiasi dubbio. Ma, sottolineiamolo, anche altri risultati andrebbero comunque bene. Procediamo dunque con ordine.

La Juve, visti gli scontri diretti con il Barcellona, non può più giocare per il primo posto. Come si è appena detto però, tre punti contro i greci sarebbero la garanzia assoluta sul passaggio del turno, qualificazione tuttavia che verrebbe raggiunta anche con un pareggio o addirittura una sconfitta se nel frattempo lo Sporting Lisbona non andasse a vincere al Campo Nou contro Messi e compagni. Chances dunque elevatissime per Allegri che con la qualificazione raggiungerebbe gli ottavi di Champions per l'ottava volta consecutiva (quattro con il Milan e altrettante con la Juve), staccando così Mourinho.

Giocano ancora per il primato nel girone i giallorossi di Di Francesco. Ribadiamo subito che con un successo contro il Qarabag gli ottavi sono garantiti, ma nel caso in cui gli azeri riuscissero a fare risultato all'Olimpico la qualificazione arriverebbe comunque se l'Atletico Madrid non riuscisse a battere il Chelsea a Stamford Bridge. Detto questo la Roma può addirittura pensare a qualcosa di più: un successo contro il Qarabag sommato a un pareggio dei Blues spalancherebbe a Di Francesco la via verso il primo posto nel girone. A parità di punti la Roma è infatti in vantaggio sul Chelsea negli scontri diretti.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments