Ancelotti: "Voglio la finale"

Wenger: "Dimentichiamo i precedenti, giocare il ritorno in casa è un vantaggio"

  • A
  • A
  • A

Mentre al Bernabeu si giocherà Real Madrid-Napoli, all'Allianz Arena ci sarà la sfida tra il Bayern Monaco di Ancelotti e l'Arsenal. "Possiamo fare bene contro chiunque fino alla finale - ha detto il tecnico emiliano - Ora dobbiamo concentrarci sull'Arsenal e usare esperienza e qualità per andare più avanti possibile". "Giocare in casa il ritorno è senza dubbio un vantaggio, ma ciò che importa ora è fare una buona prestazione qui", ha detto Wenger.

"Vogliamo controllare il gioco. L'Arsenal è forte in contropiede, hanno giocatori veloci e abbiamo pensato a come affrontarli. Ma questa è una sfida che dura 180 minuti", ha spiegato Ancelotti in conferenza stampa, alla vigilia dell'andata degli ottavi di Champions League contro i Gunners. "A volte abbiamo giocato bene, a volte avremmo potuto giocare meglio, ma nel complesso sono soddisfatto finora", ha proseguito l'allenatore che recupera Xabi Alonso, ma dovrà fare a meno di Ribery e Boateng. "Domani è un'altra partita. Sarà importante giocare bene e difendere bene, avere un buon equilibrio ed essere in grado di forzare la nostra strategia", ha concluso il tecnico italiano.

"Abbiamo bisogno di dimenticare gli incontri precedenti con il Bayern e concentrarsi sul momento attuale. Abbiamo avuto modo di giocare contro di loro per diversi anni e hanno sempre lo stesso obiettivo, vincere la competizione", ha ricordato, invece, Arsene Wenger. Il manager dei Gunners non ha voluto parlare del suo futuro, ma ha dato indicazioni in merito alla formazione che scenderà in campo: "Non abbiamo niente da nascondere. Tra i pali ci sarà Ospina. Siamo agli ottavi e ci siamo arrivati da primi del girone anche per le sue prestazioni - ha detto il francese - Su Ozil scioglierò i dubbi domani mattina, ma Mesut è tedesco e ci tiene particolarmente a far bene in questa partita".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments