Spagna, Mourinho patteggia due milioni di multa per frode fiscale

Per il portoghese anche un anno di carcere con la condizionale: i fatti risalgono a quando allenava il Real Madrid

  • A
  • A
  • A

José Mourinho, presentatosi al tribunale di Madrid, ha patteggiato una condanna ad un anno di carcere con la condizionale e quasi due milioni di euro di multa per frode fiscale in Spagna. Il reato contestato all'allenatore portoghese è di aver nascosto al fisco spagnolo entrate derivanti dallo sfruttamento dei suoi diritti sull'immagine per gli anni 2011 e 2012 quando era alla guida del Real Madrid.

Secondo i dettagli dell'accordo raggiunto tra Mourinho, le autorità fiscali e i procuratori, la sentenza di un anno di carcere verrà commutata in una multa di 182.500 euro. In totale, l'ammontare del danno arrecato all'erario spagnolo ammonta a circa 3,3 milioni di euro. L'ex Manchester United aveva già pagato a luglio circa 462.000 euro e deve ancora al fisco circa 2,84 milioni di euro. L' accordo deve ora essere convalidato da un giudice.

La decisione arriva sulla scia di una serie di multe a tanti protagonisti del calcio spagnolo degli ultimi anni, l'ultimo dei quali proprio Cristiano Ronaldo che due settimane fa era stato condannato a due anni di carcere con la condizionale, e ad una multa totale di circa 18 milioni di euro.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments