INGHILTERRA

Premier League: City e Tottenham rimontano Aston Villa e Southampton

Guardiola vince 2-1: Foden e Rodri ribaltano il vantaggio dopo 20 secondi di McGinn. Con lo stesso risultato, gli Spurs superano il Southampton: decisivo il rigore di Son al 90'

  • A
  • A
  • A

Il Manchester City torna al successo in Premier League vincendo 2-1 in casa dell'Aston Villa. Gli uomini di Guardiola incassano il gol di McGinn dopo appena 20 secondi, poi ribaltano la sfida con il destro di Foden (22') e il colpo di testa di Rodri (40'). Con lo stesso risultato, e sempre in rimonta, il Tottenham batte il Southampton: Bale (60') e Son (rigore al 90') rispondono all'iniziale vantaggio dei Saints firmato da Ings (30').

Il Tottenham è il primo ex Club Fondatore della Super League a vincere nel suo campionato, dopo i pareggi di Chelsea e Liverpool e il ko del Milan col Sassuolo: debutto vincente per Ryan Mason, chiamato a rimpiazzare Josè Mourinho dopo l'esonero. Il sostituto dello Special One inizia con un sofferto 2-1 con il Southampton, arrivato al 90’ e in rimonta: tre punti fondamentali per continuare a credere nella Champions. E l'avvio degli Spurs, privi di Kane, non è dei migliori: dopo tre minuti, Lloris è già autore di due parate su Salisu e Adams. Allo scoccare della mezz'ora di gioco, lo sforzo dei Saints viene premiato: calcio d'angolo di Ward-Prowse e colpo di testa vincente di Ings, che batte Lloris con l'aiuto del palo e porta meritatamente in vantaggio gli uomini di Hasenhüttl. Nel recupero, Lucas ha l'occasione di firmare il pareggio prima dell'intervallo, ma il suo destro finisce altissimo sopra la traversa. Nella ripresa, al 60', Bale firma l'1-1 con uno splendido ed imparabile sinistro a giro in area. Al 74', la rimonta sembra completarsi con il sinistro ravvicinato di Son, ma la rete viene annullata per il fuorigioco di Lucas, che ostruisce la visuale a McCarthy. Proprio al 90', arriva il 2-1 del Tottenham: fallo in area di Djenepo su Reguilon e, dal dischetto, Son spiazza il portiere ospite, regalando ai suoi un successo importantissimo per continuare a credere nella Champions. Gli Spurs agganciano il Liverpool a quota 53 e vedono il quarto posto: West Ham e Chelsea, che però hanno una partita in meno, distano soltanto due punti.

ASTON VILLA-MANCHESTER CITY 1-2
Il Manchester City cancella il ko interno con il Leeds e vince 2-1 in casa dell'Aston Villa, compiendo un ulteriore passo verso la conquista della Premier League. L'avvio, però, non sorride agli uomini di Guardiola: dopo appena 20 secondi, infatti, McGinn porta in vantaggio i Villans con una girata mancina sull'assist di Watkins, che approfitta di un errore in scivolata di Stones. Il City reagisce al 20', con Martinez bravo a parare il sinistro sul primo palo di Mahrez. Due minuti dopo, arriva il pareggio degli uomini di Guardiola con una splendida azione che vede protagonisti Mahrez, che serve Bernardo, e Foden, che raccoglie il cross del portoghese e al volo insacca, firmando l'1-1. Al 40', la rimonta si completa con il colpo di testa di Rodri, che raccoglie il secondo assist di Bernardo Silva e punisce Martinez, protagonista di un'uscita completamente fuori tempo. Tre minuti dopo, la partita sembra poter cambiare, visto che gli ospiti restano in dieci per l'espulsione a Stones, autore di un brutto fallo su Ramsey. Nella ripresa, però, la parità numerica viene ristabilita dopo il doppio cartellino giallo in tre minuti a Cash, che lascia l'Aston Villa in dieci. L'episodio frena l'impeto degli uomini di Smith e il City ne approfitta per legittimare il successo e sfiorare il gol del 3-1 con le conclusioni fuori misura di Gundogan e Bernardo Silva. Ederson, invece, non rischia più nulla: finisce 2-1, con il Manchester City che sale a quota 77, a +11 sullo United che ha una partita in meno. Il conto alla rovescia, però, è cominciato: bastano 8 punti per vincere la Premier League. L'Aston Villa, invece, incassa il terzo ko nelle ultime quattro partite e resta undicesimo a 44.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments