LIGA

Liga: Benzema salva Zidane nel recupero, Real Madrid ancora a braccetto con il Barcellona

I Blancos pareggiano 1-1 a Valencia: vantaggio di Soler al 78', il francese pareggia all'ultimo secondo e riporta i madrileni in testa

  • A
  • A
  • A

Anche quando rallentano, Real Madrid e Barcellona restano a braccetto in testa alla Liga. Nel 17esimo turno, infatti, i Blancos non approfittano del pareggio dei blaugrana e fanno 1-1 a Valencia. Ma avrebbe potuto essere una sconfitta, perché Soler al 78' porta in vantaggio i padroni di casa, raggiunti al 95' in mischia da Benzema. Nelle altre gare, il Siviglia cade in casa per 2-1 con il Villarreal, il Getafe batte 2-0 il Valladolid.

VALENCIA-REAL MADRID 1-1
Sfida di alta classifica al “Mestalla”, dove il Real Madrid cerca i tre punti del sorpasso al Barcellona. I Blancos iniziano con il piede giusto, costringendo il Valencia alla difensiva: ci provano dalla distanza Valverde e Kroos, in entrambe le circostanze Domenech (sostituto dell'infortunato Cillessen) risponde presente. Partecipano al tiro al bersaglio anche Benzema, soprattutto con un colpo di testa di poco largo, e Modric con un destro che termina fuori. La squadra di Celades, in totale apnea, risponde con Ferran Torres, pericoloso in contropiede (attento Courtois) e con un colpo di testa ad anticipare l'uscita del portiere belga. Man mano che passano i minuti, il Valencia trova coraggio e il “Mestalla” si scalda dopo alcune scelte arbitrali discutibili. Anche in avvio di ripresa sono i padroni di casa a cercare con più convinzione il gol del vantaggio e lo trovano al 78', quando un break di Wass sulla destra premia l'inserimento sul secondo palo di Soler, lasciato troppo solo dalla difesa dei Blancos. Il Real Madrid, preso lo schiaffo, si sveglia: Zidane inserisce Jovic per Modric, il serbo segnerebbe il pari ma è in fuorigioco. E sull'ultimo corner, al 95', Domenech risponde come può a Courtois, salito in attacco per il tutto per tutto: sulla respinta c'è Benzema, che scaglia un destro imparabile e gela il pubblico, che ormai aveva fatto la bocca all'1-0. In classifica, il Real torna in testa a quota 35, Valencia ottavo a 27 punti.

SIVIGLIA-VILLARREAL 1-2
Colpaccio esterno del Villarreal, che passa al Sanchez Pizjuan. Il primo vantaggio del Sottomarino Giallo arriva grazie a Raul Albiol, che al 13' insacca di testa su azione da calcio d'angolo. Munir trova il pareggio scagliando un missile mancino di prima intenzione (62') su cross di Reguilon, ma la difesa andalusa si perde Trigueros, che ha l'opportunità di calciare ma serve intelligentemente l'accorrente Ekambi, che sigla il 2-1 a porta vuota. La sconfitta costa al Siviglia l'avvicinamento del Getafe in ottica terzo posto, il Villarreal riprende la marcia dopo un periodo negativo e sale a 22 punti.

GETAFE-VALLADOLID 2-0
Tre vittorie consecutive, la quinta considerando anche l'Europa League. Contando solo la Liga, il Getafe non perde da sette partite e non subisce gol dal 24 novembre. Se il quinto posto dell'anno scorso può aver sorpreso, gli Azulones vogliono fare ancora meglio: approfittando della frenata della Real Sociedad, sono quarti da soli, addirittura a -1 dal Siviglia terzo. I gol della vittoria sul Valladolid arrivano al 36' con Cucurella e al minuto 82 con un colpo di testa del solito Angel. La squadra di Pepe Bordalas ha 30 punti e tiene a -1 l'Atletico Madrid, Valladolid 15esimo a 19.

CELTA VIGO-MAIORCA 2-2
Finisce in parità lo scontro-salvezza del Balaidos. Celta due volte avanti, la prima con Rafinha al 20': preciso il colpo di testa dell'ex Inter, che manda la palla all'angolino. Sevilla pareggia al 33' su rigore, sempre dagli 11 metri Iago Aspas segna il 2-1 (50'). Gli ospiti, nonostante rimangano in dieci per la doppia ammonizione di Raillo, pareggiano definitivamente con una mischia risolta da Budimir (83'), al terzo gol consecutivo dopo la doppietta al Barcellona. In classifica, Maiorca quart'ultimo a 15 punti, uno in più del Celta.

ESPANYOL-BETIS 2-2
Si ferma sul campo dell'ultima in classifica la striscia di vittorie del Betis. Dopo nove punti in tre gare, gli andalusi vanno in vantaggio con Borja Iglesias ma vengono ribaltati da un'azione personale di Sergi Darder (19') e da un colpo di testa in mischia di Espinosa (41'). Pareggia un'altra incornata, stavolta di Bartra (68') per il 2-2 finale. Catalani sempre ultimi a 10 punti, con questo passettino gli andalusi raggiungono Osasuna e Levante a quota 23.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments