Caos Kepa al Chelsea, Sarri sotto attacco: "Ammutinamento finale"

Dopo il gran rifiuto del portiere dei Blues, per i tabloid il tecnico ha i giorni contati

  • A
  • A
  • A

Il Chelsea si è arreso soltanto ai rigori contro il Manchester City nella finale di Carabao Cup, ma a prendersi i titoli di tutti i giornali è stato il rifiuto di Kepa, portiere dei Blues, di uscire dal campo prima della lotteria finale per lasciare il posto a Caballero. Un episodio che ha mandato su tutte le furie Maurizio Sarri, la cui reazione a bordocampo ha fatto il giro del mondo. L'ex tecnico del Napoli, la cui panchina è in bilico dopo gli ultimi risultati deludenti, a fine partita ha provato a minimizzare quanto successo ("Pensavo che Kepa avesse i crampi, lui ha capito che volevo sostituirlo per un problema fisico e ha detto di non averne. E aveva ragione. È stato un malinteso"), ma quanto successo col suo portiere potrebbe essere un chiaro segnale che la squadra non lo segue più.

Le spiegazioni di Sarri e le scuse via Twitter di Kepa ("In nessun momento è stata mia intenzione disobbedire all'allenatore e a nessuna delle sue decisioni") però non hanno convinto la stampa britannica, secondo cui l'allenatore italiano ha ormai i giorni contati. "L'ammutinamento di Kepa è emblematico che la nave di Sarri al Chelsea sta affondando" scrive il The Guardian, mentre il Times titola "Ammutinamento finale" e spiega: “Kepa mette in imbarazzo il club e Sarri”. "Anarchia al Chelsea" è il titolo del The Guardian, mentre per il Mirror il gesto di Kepa è "Rivoltante" e "dovrebbe essere licenziato dal Chelsea dopo aver snobbato Maurizio Sarri”.

Dopo quanto successo a Wembley, in occasione della finale della Coppa di Lega inglese, il portiere basco del Chelsea, Kepa Arrizabalaga, non sarà multato. Lo anticipa il London Evening Standard, secondo cui il club di Stamford Bridge non ha intenzione di punire l'estremo difensore di origine basca che ieri, nei minuti finali dei supplementari, dopo essere stato colpito dai crampi - in settimana aveva accusato anche problemi muscolari - non ha voluto lasciare il campo al compagno Caballero, malgrado le ripetute sollecitazioni di Maurizio Sarri e del secondo Gianfranco Zola.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments