Bolt, antidoping a sorpresa: "Ma fate sul serio?"

Dopo la doppietta in amichevole è arrivata la richiesta dall'Australia

  • A
  • A
  • A

L'esaltazione per la doppietta ha lasciato spazio alla delusione per una richiesta di test fuori concorso notificata dall'agenzia antidoping australiana. L'inizio di carriera da calciatore da Usain Bolt è a dir poco movimentata: "Come posso fare un test se ancora non sono un professionista? - ha sbottato sui social -. Fate sul serio?". L'ex atleta giamaicano sta cercando di ottenere un contratto con gli australiani dei Central Coast Mariners.

La prestazione da calciatore con la maglia della squadra australiana di Usain Bolt ha sorpreso un po' tutti. Una doppietta contro il Macarthur South West United e le pagine dei quotidiani di mezzo mondo di nuovo su di lui. La sorpresa più grossa, però, gliel'ha fatta l'agenzia antidoping australiana il giorno dopo notificandogli la richiesta di un controllo antidoping fuori concorso.

"Come sapete mi sono ritirato dall'atletica leggera e ora sto cercando di diventare un calciatore professionista, ma guardate qui - dice il velocista in una storia pubblicata sul suo profilo Instagram indicando la notifica ricevuta - Come faccio a fare un test oggi? Non sono ancora un calciatore professionista... No, ma fate sul serio?". Infine ha aggiunto: "Ho chiesto alla signora che mi ha fatto le analisi perché devo sostenere un test antidoping quando non ho ancora firmato con nessuna squadra. Lei mi ha detto che sono un atleta d'élite e che quindi devo sottopormi a dei controlli".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments