Ufficiale: Diego Lopez torna sulla panchina del Cagliari

L'uruguaiano ha firmato un contratto che lo legherà ai rossoblù fino a giugno 2019: prende il posto dell'esonerato Rastelli

Lopez, foto Lapresse

E' Diego Lopez il sostituito dell'esonerato Massimo Rastelli sulla panchina del Cagliari. L'ex giocatore, capitano e allenatore rossoblù ha firmato un contratto che lo legherà ai rossoblù fino a giugno 2019. Nel pomeriggio presentazione nella sala stampa della Sardegna Arena, dopo aver diretto il suo primo allenamento. Lopez ha battuto la concorrenza di Massimo Oddo e Giuseppe Iachini: decisiva la cena di martedì sera con il presidente Giulini.

Il suo staff verrà ufficializzato nelle prossime ore. Ma il 'secondo' di Lopez sarà Michele Fini, anch'egli ex rossoblù e già al fianco di Lopez nelle avventure di Bologna e Palermo. Proprio la rescissione del contratto con i rosanero (Lopez aveva guidato la squadra siciliana la scorsa stagione per un breve periodo) aveva dirottato riflettori e attenzioni sul tecnico sudamericano. Lopez, dopo aver appeso le scarpette, non ha mai lasciato l'Isola. Era arrivato in Sardegna nella stagione 1998/99: tra campionato e coppe ha totalizzato in rossoblù 344 presenze e nove gol. Anche come allenatore è cresciuto nel centro sportivo di Assemini: prima con le giovanili, poi con il balzo in prima squadra dal 2012 al 2014. Due anni lontano da casa, a Bologna in B e al Palermo in A. E ora il ritorno, commentato con entusiasmo dal tecnico uruguagio all'arrivo nell'aeroporto di Elmas: "Questa è casa mia, non sono mai andato via, neanche l'anno che ho smesso: ho sempre vissuto qui. Sono contentissimo".

TAGS:
Calcio
Serie a
Cagliari
Lopez

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X