LA LETTERA

Brescia, Cellino scrive ai tifosi: "Fiero di essere il vostro presidente"

Lettera a cuore aperto del numero uno del club: "Gente che non molla mai e va sempre a testa alta"

  • A
  • A
  • A

"A tutti gli affezionati partner, sponsor e abbonati del Brescia Calcio: grazie, di cuore!". Massimo Cellino, presidente delle Rondinelle, ha dedicato una lettera a cuore aperto, pubblicata dai canali ufficiali del club, a tutti i bresciani per ringraziarli dell'affetto e della reazione avuta durante un momento davvero difficile. Ecco il testo integrale: 

"Da tempo pensavo di rivolgermi a voi, ma mi mancavano le parole. Strozzate dall'angoscia e dal dolore che ho sentito miei durante il periodo peggiore dell'emergenza coronavirus, vissuta al vostro fianco, ascoltando e sentendo ogni giorno storie terribili che hanno toccato da vicino anche tanti di voi. Una situazione del genere avrebbe messo in ginocchio chiunque: non i bresciani! E così ho capito che non sono luoghi comuni quelli che vi vogliono come gente che non molla mai e va sempre a testa alta. State dando una lezione all'Italia. Vi ho visti e sentiti piegati dalle lacrime e dalle preoccupazioni per il futuro: eppure vi siete messi al servizio del prossimo, rendendovi protagonisti di straordinari e silenziosi gesti di solidarietà, al fianco dei più fragili, senza chiedere nulla in cambio. Questo é lo spirito dei bresciani, é lo spirito del Brescia! E mi sono sentito fiero più che mai di essere il vostro presidente. Ora é arrivato il momento di dirvi grazie, di cuore, anche per avere continuato a rimanere al fianco del nostro club, dimostrando un senso di appartenenza senza eguali. Siamo tutti attesi da grandi sfide, ma mi dà forza sapere che a tenere alta la bandiera del Brescia ci siete voi: quella bandiera é la vostra casa, la nostra casa. E insieme continueremo a difenderla. 
Grazie di cuore, il vostro presidente, Massimo Cellino".

Vedi anche Balotelli: "Potevo andare alla Juve, ma poi è arrivato il Milan" brescia Balotelli: "Potevo andare alla Juve, ma poi è arrivato il Milan"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments