Inter, è fatta per Joao Mario

Ha dato i suoi frutti la missione a Lisbona di Kia Joorabchian: il centrocampista vuole essere a Milano già lunedì

  • A
  • A
  • A

"Arrivederci" Joao Mario. Così recita la prima pagina del quotidiano portoghese 'A Bola'. Un saluto al centrocampista campione d'Europa con il Portogallo pronto a vestire la maglia dell'Inter. Sì, perché la missione a Lisbona di Kia Joorabchian, agente del giocatore e uomo di fiducia del gruppo Suning ha dato i suoi frutti: c'è il sì dello Sporting all'offerta nerazzurra di 45 milioni. A Joao Mario quinquennale da 3 milioni netti l'anno.

Il neo tecnico dell'Inter De Boer è pronto a ricevere il primo regalo dalla società. Siamo ai dettagli infatti per l'arrivo in nerazzurro di Joao Mario, classe 1993, fresco campione d'Europa con la maglia del Portogallo. Dettagli da sistemare nel weekend. Affare praticamente fatto dopo un lungo 'tira e molla' con lo Sporting: i dirigenti di mercato nerazzurri erano su Joao Mario da un mese. L'offerta di 25 milioni + 5 di bonus più l'eventuale inserimento di un giocatore nella trattativa era stata rispedita al mittente dal club portoghese, che non voleva scendere sotto i 45 milioni (cifra inserita in una vecchia clausola rescissoria, anche se quella attuale è di 60). E anche l'idea di tesserale il centrocampista dallo Jiangsu e poi girarlo in prestito ai nerazzurri era naufragata. Ora ci siamo: con il suo blitz a Lisbona Joorabchian ha convinto la società biancoverde a far crollare il muro. Joao Mario aveva già accettato la destinazione Inter e ora scalpita per raggiungere Milano il più in fretta possibile. Vuole arrivare già lunedì per iniziare la sua nuova vita in nerazzurro. Con l'arrivo di Joao Mario il primo candidato a partire è Brozovic.

"II club non sono fatti per trattenere a vita i giocatori, non è nei nostri piani, non abbiamo questa necessità. Noi siamo un club come gli altri e siamo disposti ad aprire e parlare, non possiamo obbligare nessuno a restare". Parole a Sporting TV del presidente dello Sporting Bruno de Carvalho, che non nomina Joao Mario ma il riferimento al centrocampista è ovvio.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments