Barcellona, Bartomeu: "Neymar non arriverà a gennaio. Abbiamo fatto il possibile"

Il presidente blaugrana sul caso dell'estate: "Non abbiamo offerto giocatori, li ha chiesti il Psg"

  • A
  • A
  • A

Neymar non tornerà al Barcellona nel 2020. O meglio, di sicuro non a gennaio. Parola del presidente del Barcellona Joseph Bartomeu che in un'intervista alla tv ufficiale del club svela qualche dettaglio sulla trattativa dell'estate. Il numero dei blaugrana chiarisce come il brasiliano fosse al centro di un affare 'extra' perché la rosa era già al completo. Quando il Psg ha aperto alla cessione della stella verdeoro, i catalani hanno però tentato il colpaccio.   

L'operazione non è andata in porto in quanto "non sono state soddisfatte le esigenze del Psg (Al Khelaifi voleva recuperare i 222 milioni spesi due anni fa ndr) anche se abbiamo fatto tutto il possibile". Bartomeu tiene a precisare che il Barça non ha offerto giocatori come contropartite tecniche - Coutinho, Dembelé, Rakitic, Semedo alcuni dei nomi sul tavolo secondo i rumors degli scorsi mesi - "ma sono stati i Campioni di Francia a chiederli lavorando alla formula del prestito con obbligo di riscatto".  Bartomeu, nello specifico, lo spiega riferendosi a Dembelé. 

Da par suo O Ney ha cercato in tutti i modi di giocare di nuovo al Camp Nou: "Ha detto alla sua drigenza che voleva venire solo da noi. Il disturbo del Real Madrid? So che c'erano altre tre squadre ma non posso dire i nomi". 

Si è scritto che i transalpini non abbiano voluto cedere la punta per via dei rapporti non ottimali tra le due società: "Nessuno vuole vendere i giocatori forti". La porta comunque non è chiusa del tutto: "Tra gennaio e febbraio, quando pianficheremo il mercato, ne riparleremo". 

Vedi anche Psg, Neymar triste e arrabbiato per il mancato ritorno al Barcellona Calcio estero Psg, Neymar triste e arrabbiato per il mancato ritorno al Barcellona

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments