FORMULA E

Formula E 2021: fuori Marrakesh e Santiago. Dentro Puebla, New York, Londra e  Berlino 

Svelato il calendario della seconda parte del Mondiale elettrico che perde Africa e Sudamerica ma aggiunge quattrotappe "doppie", pandemia permettendo. 

di
  • A
  • A
  • A

Dopo l'imminente doubleheader sul "Ricardo Tormo" di Valencia ed il prestigioso appuntamento singolo di Montecarlo del prossimo 8 maggio, "saltano" le due successive tappe di Marrakesh e Santiago del Cile. Il calendario di questa stagione - lo hanno annunciato gli organizzatori del Mondiale di Formula E - culminerà con due appuntamenti doppi nel mese di luglio a New York e Londra e con quello di Berlino nel weekend di Ferragosto.

Il Mondiale perde dunque la propria tappa africana (Marrakesh era in programma sabato 22 maggio) e quella sudamericana nella capitale del Cile del primo wekend di giugno. Gli eventi di Santiago, Sanya (Cina) e Seoul (Corea) saranno riprogrammati per la Stagione 8, la prossima, finalmente con il pubblico in presenza. Formula E continuerà a monitorare l'andamento della pandemia di COVID-19 in corso, tenendo aggiornata in modo tempestivo la sua community di squadre, produttori, partner, emittenti e città ospitanti. Tutti gli aggiornamenti del calendario dipendono dalle restrizioni di viaggio, così come dai protocolli del governo locale e sono soggetti all'approvazione della FIA.

Il terzo e ultimo set di gare inizia in Messico, alle porte dell'estate, con il il Puebla E-Prix di sabato 19 e domenica 20 giugno  (previa omologazione del circuito). Per questa stagione, il Campionato del Mondo ABB FIA Formula E lascia dunque l'Autodromo Hermanos Rodriguez di Città del Messico, insieme a Valencia e Montecarlo uno dei tre circuiti veri - e permanenti, nel caso di quello spagnolo e di quello centroamericano - affrontati dai protagonisti del campionato. La motivazione del trasloco è direttamente collegata all'emergenza sanitaria mondiale. Mexico City ha ospitato cinque gare di Formula E negli anni passati ma il suo autodromo è quest’anno adibito a ospedale da campo per il COVID-19.

Dopo la tappa messicana, il mese di luglio prevede due tra le locations più glamour della serie: New York ospiterà i Round 10 e 11, con le monoposto Gen2 a darsi battaglia sullo sfondo dello skyline di Manhattan a Red Hook, Brooklyn, nel weekend del 10 e l'11 luglio. Per NY si tratterà del ritorno in calendario dopo il doppio appuntamento finale del 2019 (vittorie di Sebastien Buemi e Robin Frijns).Si tornerà poi in Europa - due mesi e mezzo dopo Montecarlo - in occasione dell'E-prix di Londra nell'ExCeL  Exhibition Centre di sabato 24 e domenica 25 luglio (rounds 12 e 13) nel quartiere di Newham. Anche in questo caso - come per Puebla - il circuito (che sarà in alcuni suoi tratti parzialmente indoor!) deve ancora ottenere l'omologazione. La capitale del Regno Unito aveva già ospitato la Formula E nel 2015 e 2016: in entrambi i casi si era trattato di appuntamenti "doubleheader", allora sul tracciato allestito tra i viali di Battersea Park.

Da una capitale europea all'altra, il Mondiale si concluderà nel weekend di Ferragosto sul tracciato aeroportuale" di Berlino-Tempelhof. Lo stesso che, nel 2020, ha "salvato" la la Season 6 (successo finale del portoghese Antonio Felix Da Costa), ospitando buona parte del campionato: dal 5 al 13 agosto scorsi sei gare consecutive (!),le ultime sei delle undici andate in porto tra mille difficoltà e dopo le numerose cancellaziono legate all'emergenza sanitaria.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments