FORMULA 1

Grosjean: "Legamento del pollice lesionato, ma voglio tornare a correre"

L'ex pilota della Haas torna sull'incidente del Bahrain: "L'incidente resta una delle esperienze più segnanti. Ma oggi, per fortuna, sono vivo"

  • A
  • A
  • A

Romain Grosjean ha visto la morte in faccia, tra le fiamme, che avevano inghiottito la sua Haas finita contro le barriere pochi metri dopo la partenza del GP del Bahrain. Per 28 secondi la sua vita è stata appesa a un filo. Tanti quanti ne ha trascorsi nel rogo del suo abitacolo, prima di catapultarsi fuori. A quasi due mesi da quel 29 novembre 2020 che gli ha cambiato la vita il pilota francese ha parlato di come sta trascorrendo la sua routine "Il legamento del pollice che collega le ossa e la cartilagine della mano sinistra era completamente rotto e si tratta di una lesione che non guarisce da sola - ha detto a Ouest France - Per questo motivo, rischio di avere problemi anche a svuotare una pentola piena d'acqua. Ne sono consapevole. Del resto la mia nuova pelle è molto sottile e, di conseguenza, anche molto sensibile". 

Dal punto di vista psicologico Grosjean, per fortuna, sembra aver già voltato pagina: "Non ho avuto incubi o problemi simili. Ho lavorato insieme a uno psicologo, ma non ho riscontrato problematiche 'mentali'. Durante la mia prima diretta su Twitch, scherzavo sulla mia disavventura. Apprezzo la quotidianità e le piccole cose di ogni giorno. Certo l'incidente resta un momento importante della mia vita e una delle esperienze più segnanti. Ma oggi, per fortuna, sono vivo".

Vedi anche Il rogo di Sakhir è sempre più lontano: Grosjean finalmente libero da bende e medicazioni Formula 1 Il rogo di Sakhir è sempre più lontano: Grosjean finalmente libero da bende e medicazioni "La mia avventura in F1 e' finita, ma vorrei correre ancora, anche se la mia famiglia non è totalmente d'accordo. Per i miei figli non è facile capire cosa significhi gareggiare per un pilota, ma in futuro mi comprenderanno. Il campionato IndyCar sembra interessante ed è competitivo, con ottimi piloti. Magari un giorno mi piacerebbe correre ancora nella 24 Ore di Le Mans". 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments