FORMULA 1

F1, l'ex direttore di gara Masi: "Ho ricevuto minacce di morte"

L'australiano racconta i giorni successivi al caotico GP di Abu Dhabi, che assegnò il titolo 2021 a Verstappen: "Mi sentivo l'uomo più odiato del pianeta"

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Per qualcuno è stato lui a decidere il campionato di Formula 1 del 2021. Michael Masi è stato fino allo scorso anno il direttore di gara del circus e le sue decisioni negli ultimi GP della scorsa stagione hanno creato non poche polemiche, soprattutto per quanto accaduto nella gara finale, che ha assegnato il titolo a Verstappen dopo un aspro duello con Hamilton. Oggi lì'australiano ha ripercorso quanto accaduto nei giorni successivi al round di Abu Dhabi. "Ci sono stati giorni bui. Mi sentivo l'uomo più odiato del pianeta. Ho ricevuto minacce di morte, da persone che promettevano di prendersi cura di me e della mia famiglia", ha detto al Daily Telegraph di Sydney

Vedi anche Formula 1, Verstappen difende Masi: "Ingiusto licenziarlo" Formula 1 Formula 1, Verstappen difende Masi: "Ingiusto licenziarlo" Rimosso successivamente dalla Fia, il 44enne Masi non ha dimenticato quel periodo così difficile per lui. "Riesco ancora a ricordare quando passeggiavo per le strade di Londra, un giorno o due dopo la gara. Ho iniziato a guardarmi alle spalle, a chiedermi se le persone che avevo dietro mi avrebbero attaccato", ha aggiunto.

E ancora: "Ho ricevuto centinaia di messaggi. Erano scioccanti, razzisti, offensivi, meschini. E c'erano minacce di morte sul mio account Facebook e soprattutto su LinkedIn, che dovrebbe essere una piattaforma professionale. Sempre lo stesso tipo di insulti". "Non sono andato da uno specialista, ma con il senno di poi avrei dovuto consultarlo", ha confidato Masi, che era preoccupato per la propria salute mentale, ma ha scelto di "minimizzare la situazione, anche nei confronti della Fia". Vedi anche Comunicato FIA: "Michael Masi torna in Australia per dedicarsi alla famiglia ed a nuove sfide professionali" Formula 1 Comunicato FIA: "Michael Masi torna in Australia per dedicarsi alla famiglia ed a nuove sfide professionali"

Assunto dalla Federazione internazionale dell'auto in seguito alla morte improvvisa di Charlie Whiting, all'inizio del 2019, Masi l'ha lasciata definitivamente a luglio, per tornare a vivere in Australia, "vicino alle persone che mi sostengono".

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti