F.1 GP SPAGNA PROVE LIBERE

A Barcellona Le Frecce Nere di Bottas e Hamilton davanti a tutti, Ferrari in crescita

Miglior tempo di Valtteri Bottas nel primo turno di prove libere del Gran Premio di Spagna, sesta tappa del Mondiale

di
  • A
  • A
  • A

Il fine settimana del Gran Premio di Spagna inizia con le Mercedes in cima alla classifica dei tempi. Miglior tempo (1.16.785) per Valtteri Bottas che precede di trentanove millesimi di secondo Lewis Hamilton. Buono l'avvio della Ferrari con il quarto tempo di Charles Leclerc ed il quinto di Sebastian Vettel, separati tra di loro da undici millesimi ma lontani oltre un secondo dalla vetta... Il primo sfidante delle Frecce Nere rimane Max Verstappen, terzo a 939 millesimi da Bottas.

Ha vinto il Gran Premio d'Austria che ha dato il via al Mondiale lo scorso 5 luglio, poi è ... rientrato nei ranghi, restituendo a Lewis Hamilton il centro della scena ma Valtteri Bottas a Barcellona ha dato un segno di vitalità battendo il Re Nero per 39 millesimi di secondo. Al Montmelò, per il primo turno di prove libere di un Gran Premio di Spagna mai così caldo, le Frecce Nere hanno subito mostrato un passo da qualifica inarrivabile per la concorrenza. Max Verstappen, che con il successo domenica scorsa a Silverstone ha strappato proprio a Bottas il secondo posto nella classifica generale, è stato l'unico in grado di rimanere sotto il secondo di distacco dalla vetta (939 millesim). Di poco superiore al secondo invece il ritardo delle Ferrari, quarta e quinta con Charles Leclerc e Sebastian Vettel, rispettivamente staccati di un secondo e 185 millesimi e di un secondo e 196 millesimi da Bottas. Prestazione positiva soprattutto per il tedesco, solitamente più lontano dal compagno di squadra e qui in pista con il nuovo telaio, in sostituzione di di quello daneggiato in Inghilterra. Vettel è sembrato più rilassato e concentrato rispetto ai primi GP stagionali, anche se nel paddock non smettono di circolare le voci su una conclusione anticipata del suo rapporto con Maranello. 

C'è un po' di Ferrari (la power unit) nella sesta casella della classifIca, occupata dalla Haas di Romain Grosjean che precede la migliore delle contestatissime Racing Point, quella del messicano Sergio Perez, al suo ritorno al volante dopo la doppia sosta forzata di Silvestone a causa della positività al Covid. Il suo compagno di squadra Lance Stroll chiude la top ten, alle spalle di Alexander Albon (ottavo con  la Red Bull) e di Kevin Magnussen, nono con l'altra Haas-Ferrari.

Piuttosto deludente l'avvio di weekend per l'idolo di casa Carlos Sainz, autore dell'undicesimo tempo a quasi due secondi da Bottas e per la McLaren in generale, visto che Lando Norris è appena più in là: tredicesimo. Strada tutta in salita anche per Alfa Romeo, quindicesima con Antonio Giovinazzi e sedicesima con Kimi Raikkonen. Ventesima ed ultima prestazione per l'israeliano Roy Nissany che, limitatamente alla prima sessione, ha preso il posto di George Russell sulla Williams, a quindici anni esatti dall'ennesimo exploit (si fa per dire) del papà Chanoch con la Minardi al GP d'Ungheria del 2005, appunto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments