SERIE B

Serie B: l’Empoli cade a Pordenone, il Benevento lo sorpassa in classifica

Partita stregata in Friuli per i toscani, in dieci uomini per 89 minuti, Tello regala a Inzaghi la vetta sul campo dello Spezia, il Crotone stende l'Entella e aggancia il secondo posto

  • A
  • A
  • A

Il Benevento approfitta della giornataccia dell’Empoli a Pordenone, dove perde 2-0 sotto i colpi di Burrai (15’) e Pobega (40’), e diventa la nuova capolista della Serie B grazie al successo nel finale di gara sul campo dello Spezia per 1-0 firmato da Tello (87’). Il Crotone s’impone con un netto 3-1 casalingo sull’Entella: la doppietta di Simy (27’ e 38’) e la rete di Crociata (63’) valgono il secondo posto in classifica. Il Chievo ribalta il Livorno con un pirotecnico 4-3. Cosenza-Venezia 1-1. Trapani-Juve Stabia 1-2.  

SPEZIA-BENEVENTO 0-1
Successo importantissimo per il Benevento, che a La Spezia trova la vetta momentanea della classifica al termine di 90 minuti molto sofferti. I padroni di casa vanno vicinissimi al vantaggio con una grande azione personale di Bartolomei: cavalcata di 40 metri palla al piede e tiro ben parato da Montipò. Un contropiede di Gyasi lo porta al tiro dentro l’area, deviato in corner. Montipò salva il risultato su Bidaoui, che aveva cercato l’angolino basso, ma a 3’ dalla fine Tello regala la gioia a Pippo Inzaghi: il suo colpo di testa scavalca Scuffet, che legge male la traiettoria. L’espulsione in pieno recupero di Maggio con cambia il risultato. i campani volano in vetta.

PORDENONE-EMPOLI 2-0
Subito colpo di scena dopo pochi secondi: l’Empoli rimane in dieci per il rosso diretto a Bandinelli: manata in volto su Pobega. Per i toscani si mette poi veramente male al 15’: l’arbitro punisce l’intervento di Dezi su Misuraca con il rigore e Burrai non sbaglia dal dischetto. Come se tutto ciò non bastasse, Mancuso invece sbaglia il penalty (contatto tra il portiere Di Gregorio in uscita e Moreo) calciando forte e centrale; portiere a terra ma palla alta. L’incubo prosegue al 40’, quando Monachello libera col tacco l’inserimento di Gavazzi, altrettanto bravo a servire a centro area Ciurria; puntuale arriva la sovrapposizione sulla sinistra di Pobega che, solo contro il portiere, non fallisce il definitivo 2-0.

CROTONE-ENTELLA 3-1
Il Crotone sblocca la situazione al 27’: Sernicola perde la marcatura su Molina, il cui cross basso consegna il pallone a Simy, che è il primo a trovare la zampata giusta per battere il portiere. Dopo l’annullamento della rete del pari a Mancosu, al 38’ è ancora Simy a raddoppiare: gran tiro di Junior Messias col mancino dal limite dell’area che colpisce in pieno il legno e sulla ribattuta è ancora il nigeriano a ribadire in rete. Al 63’ il tris calabrese è opera di un gran gol di Crociata: ricezione centrale sui venticinque metri, sterzata e destro di interno che si infila alla destra di Contini. De Luca firma il gol della bandiera all’80’.

LIVORNO-CHIEVO 3-4
Livorno in vantaggio al 5’ con Marsura con un destro nell’angolino basso. Al 7’ arriva l’immediato il pareggio del Chievo: brutta uscita di Plizzari col pugno in anticipo su Djordjevic, il pallone rimane pericolosamente in area e Pucciarelli è il più rapido a raggiungerla. I padroni di casa tornano avanti: Marras colpisce di testa e manda il pallone sotto la traversa sul primo palo. Alla mezz’ora è ancora Marsura ad andare a segno con un destro sul secondo palo non irresistibile che supera Semper. Il Chievo torna in partita con Meggiorini, il quale trasforma il rigore del 3-3 al 58’ dopo che Djordjevic aveva subìto fallo. All’89’ ribalta tutto Segre, che è il più rapido a deviare in rete in mischia in area sugli sviluppi di una punizione.

COSENZA-VENEZIA 1-1
Al 20’ il grandissimo colpo di testa di Riviere su cross dalla destra di Carretta sblocca il punteggio: il suo stacco tra i due centrali manda la palla in rete incrociata sul secondo palo. Al 40’ il Cosenza si divora il 2-0, quando lo stesso Riviere vince un rimpallo e penetra in area dalla fascia sinistra; tocco arretrato per Carretta che, tutto solo, non riesce a battere Lezzerini. Gli ospiti puniscono così gli errori dei calabresi al 76’: netto intervento falloso di Idda su Aramu. Montalto non sbaglia dal dischetto, spiazzando il portiere. Poi scoppia il caos durante l’esultanza, col portiere del Cosenza Perina che spintona i giocatori del Venezia.

TRAPANI-JUVE STABIA 1-2
Taugourdeau porta in vantaggio i siciliani al 20’ nel momento migliore della Juve Stabia con un magistrale calcio di punizione su cui Russo non può nulla. Al 27’ Colpani potrebbe raddoppiare ma Russo si oppone alla grande respingendo la sua conclusione. Sull’altro fronte, al 32’, Carnesecchi è attento sul tiro di Bifulco che approfitta di un errore in impostazione di Moscati. Nel secondo tempo Russo respinge un sinistro a giro di Colpani, poi i campani trovano l’1-1 all’80’, quando Canotto supera Carnesecchi con un preciso mancino a incrociare. Forte ribalta tutto all’89’ triangolando con Melara, che gli restituisce il pallone, e in scivolata mette a segno il gol del sorpasso e della prima vittoria stagionale della Juve Stabia. Caserta salva la propria panchina.

Vedi anche Serie B: Perugia primo per una notte, Pisa sconfitto 1-0 Serie B Serie B: Perugia primo per una notte, Pisa sconfitto 1-0

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments