SERIE B

Serie B: Cosenza ko, la Salernitana vola in testa. Reggiana beffata allo scadere

Un gol di Tutino, ex di serata, consegna alla squadra di Castori la vetta solitaria della cadetteria. Amaro pareggio per gli emiliani: la Cremonese trova l'1-1 al 90'

  • A
  • A
  • A

La Salernitana batte 1-0 il Cosenza e conquista la vetta della classifica di Serie B, con due punti di vantaggio su Lecce ed Empoli. Decide una rete dell’ex di serata, Gennaro Tutino, al 51’. Calabresi in dieci nel finale: due gialli in tre minuti per Ba. Nell’altra partita della giornata Reggiana e Cremonese pareggiano 1-1: Costa porta avanti gli emiliani al 14’ ma si fa espellere al 75’, Strizzolo trova il gol del pari al 90’.

COSENZA-SALERNITANA 0-1
Seconda vittoria consecutiva e, soprattutto, vetta solitaria della cadetteria: non poteva concludersi meglio, per la Salernitana, la sfida del San Vito-Marulla contro un Cosenza comunque mai domo, sicuramente migliore di quanto dica la classifica. E la differenza in graduatoria fra le due squadre non si nota affatto in un primo tempo ricco di emozioni, in cui manca soltanto il gol: a negarlo da una parte le parate di Falcone, dall’altra la scarsa mira di Baez davanti a Belec. Il gol, comunque, è nell’aria e arriva a inizio ripresa: è il minuto 51, infatti, quando Tutino scatta in posizione regolare su passaggio in profondità di Anderson, salta in dribbling l’estremo difensore avversario e deposita il pallone in rete da posizione defilata. L’attaccante classe 1996 non esulta in segno di rispetto verso una squadra di cui ha difeso i colori per due stagioni.

Il Cosenza subisce il colpo ma prova a rialzarsi, ma la troppa foga porta a qualche errore di troppo, non solo a palla in gioco: al 77’, in particolare, un malinteso nel momento del cambio tra Abou Ba e Bruccini porta i padroni di casa a giocare in dodici per quasi un minuto, una situazione che l’arbitro punisce con il giallo (a cambio finalmente compiuto) nei confronti del francese. E la partita di Ba, tra l’altro, dura appena tre minuti: troppo evidente la trattenuta su Tutino a centrocampo, Dionisi non può che estrarre il secondo giallo e, dunque, il rosso. Nonostante ciò, all’84’, Bahlouli ha l’occasione buona per pareggiare, ma la sua conclusione a botta sicura finisce incredibilmente alta. Esulta quindi la Salernitana, che ora ha 2 punti di vantaggio su Lecce ed Empoli. Frenano invece i calabresi dopo la vittoria a Frosinone: restano 8 i punti in classifica.

REGGIANA-CREMONESE 1-1
Per la Reggiana un pareggio dal sapore amarissimo, per la Cremonese un punto meritato che però non muove una classifica ancora deficitaria. È, questo, in estrema sintesi, il verdetto del match del Mapei Stadium, alla fine di una partita intensa e combattuta. La squadra di casa, dopo il pesantissimo 1-7 subito a Lecce, inizia a spron battuto proprio con l’obiettivo di dimenticare la disfatta della scorsa giornata: il predominio territoriale dei primi minuti trova la sua concretizzazione al 14’, quando Costa, su cross dalla bandierina di Radezza, svetta più in alto di tutti e batte Alfonso per il vantaggio granata. In quel momento, però, si svegliano i grigiorossi e la partita si fa vivace, con occasioni da una parte e dall’altra: sono soprattutto i tiri dalla distanza e le azioni da calcio da fermo a creare qualche grattacapo agli emiliani, ma Cerofolini riesce ad evitare danni con interventi importanti si Bonaiuto e Terranova. Al 75’ arriva però una prima svolta: Costa, l’autore del gol, travolge Strizzolo e si fa ammonire per la seconda volta, lasciando i suoi in dieci. La Cremonese aumenta la pressione e l’insistenza della squadra di Bisoli viene premiata al 90’: il diagonale di Pinato dal limite colpisce il palo, sulla respinta del legno c’è proprio Strizzolo che non sbaglia il tap-in e firma il pareggio finale. In classifica cambia poco per entrambe: i granata vanno a 8 punti e restano nella parte bassa della graduatoria mentre i lombardi, ancora senza vittorie, agganciano il Pescara a 4 ma restano in coda alla serie cadetta.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments