Serie B - La Mantia illude il Lecce, Donnarumma e Gastaldello fanno volare il Brescia

Le Rondinelle vincono in rimonta. Tris del Carpi sulla Salernitana, pari in Cosenza-Benevento e Crotone-Venezia

  • A
  • A
  • A

Il Brescia supera in rimonta il Lecce nella sfida ad alta quota del Rigamonti e vola al secondo posto: nella 16ª giornata di Serie B a La Mantia (25') rispondono Donnarumma (49') e Gastaldello (93') per il 2-1 finale. Il Carpi abbandona l'ultimo posto stendendo 3-2 la Salernitana. Termina a reti inviolate tra Cosenza e Benevento, con la Strega che si ferma su un palo di Buonaiuto. Pari anche tra Crotone e Venezia con le reti di Budimir (56') e Modolo (31').

CARPI-SALERNITANA 3-2
Dopo due sconfitte consecutive rialza la testa il Carpi, superando tra le mura amiche del Cabassi la Salernitana. Il copione della partita è chiaro sin dalle prime battute, con i padroni di casa che attaccano con maggior convinzione e i granata in evidente difficoltà nello sviluppo del gioco. Per tutto il primo tempo però le emozioni si fanno desiderare, il gol che rompe gli equilibri arriva proprio sul finale di frazione con Pachonik che pesca Pasciuti al limite dell'area di rigore, la conclusione di destro sorprende Micai con il Carpi che al 45' trova il vantaggio. La Salernitana sembra crederci di più nella ripresa e prova a rientrare in corsa, ma al 59' arriva anche il raddoppio dei padroni di casa con un guizzo di Sabbione sugli sviluppi di un calcio d'angolo. All'81' il Carpi trova anche il tris in contropiede con Vano che chiude i conti con un destro in diagonale. La Salernitana tenta la reazione con i colpi di testa di Casasola all'86' e di Rosina all'89', i granata cercano una clamorosa rimonta nel finale, ma il risultato non cambia più. Il Carpi torna al successo e si porta a 13 punti abbandonando l'ultimo posto.

CROTONE-VENEZIA 1-1
Prosegue l'attesa del Crotone per una vittoria che manca dal 20 ottobre (2-1 sul Padova), non rallenta il Venezia che trova anche il quarto risultato utile consecutivo nel giorno in cui Zenga tornava allo Scida sulla panchina ospite. Sono proprio i lagunari a creare la prima occasione con un mancino al lato di Citro, i padroni di casa rispondono con Budimir che colpisce il palo, poi Modolo, schiacciando di testa, trova il vantaggio per gli ospiti al 31' su un cross di Schiavone. A inizio ripresa il Crotone ha subito l'occasione per riportare in equilibrio il match con un rigore che Budimir non sbaglia, firmando al 56' il gol dell'1-1. Il Venezia sfiora il nuovo vantaggio con Bruscagin che costringe agli straordinari Cordaz, poi i ritmi rallentano e la partita scivola fino al triplice fischio finale. Il Crotone si porta a 13 punti in classifica, il Venezia sale a quota 20.

Non può sorridere il Benevento, che manca l'appuntamento con la vittoria e con la rete per la terza partita di fila in campionato. L'attacco delle Streghe non si sblocca e crea poche occasioni, molto più pericolosi sono invece i padroni di casa che già nel primo tempo sfiorano il vantaggio con Dermaku: un colpo di testa indirizzato sotto la traversa costringe agli straordinari un super Montipò. Lo squillo più importante della prima frazione per gli ospiti porta invece la firma di Coda, autore di una conclusione dalla lunghissima distanza che per poco non sorprende Perina. Tutino da buona posizione manca l'appuntamento con il gol, ma la grande occasione per il vantaggio del Cosenza la crea D'Orazio con un diagonale che viene respinto da Antei sulla linea di porta. Buonaiuto cerca l'acuto per il Benevento con una conclusione di destro respinta dal palo, la partita sembra sul punto di sbloccarsi, ma le squadre in campo non riescono a creare altre occasioni pericolose nel finale di gara. Termina a reti inviolate.

BRESCIA-LECCE 2-1
Il Lecce si ferma dopo quattro risultati utili consecutivi, cadendo al Rigamonti nella sfida d'alta classifica contro il Brescia che passa in rimonta e sorpassa i salentini in classifica portandosi al secondo posto. Le Rondinelle partono con il piede pigiato sull'acceleratore e ci provano in avvio con Ndoj e con un cross di Bisoli che non trova compagni al centro dell'area. Il Lecce cerca poco la porta ma quando lo fa riesce a far male: Bovo conclude chiamando in causa Alfonso, La Mantia si avventa sulla ribattuta e al 25' gli ospiti passano in vantaggio. La reazione del Brescia è affidata ai piedi di Morosini che dalla distanza impegna Vigorito. A inizio ripresa però i padroni di casa trovano subito il varco giusto con Spalek che approfitta di una respinta della difesa per servire Donnarumma, il bomber non sbaglia e insacca firmando l'1-1 al 49'. Entrambe le squadre provano ad attaccare senza scoprirsi e di grandi occasioni non arrivano più fino al finale di gara: quando la partita sembra oramai destinata al pareggio ci pensa Gastaldello, su cross di Tonali al 93', a firmare il gol vittoria per le Rondinelle.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments