Serie B: Benevento ko, vince il Foggia 3-1

Coda illude i sanniti che mancano l'aggancio in vetta, i pugliesi annullano la penalizzazione (-8) e salgono a quota 1 in classifica

  • A
  • A
  • A

Nei posticipi della sesta giornata di Serie B, il Benevento spreca l'occasione dell'aggancio in vetta: al Vigorito vince il Foggia 3-1 in rimonta. Coda illude, poi Kragl, Camporese e Galano firmano il successo che annulla definitivamente la penalizzazione (-8) dei pugliesi, sempre ultimi ma a quota 1 in classifica. Nelle altre gare Ascoli-Cremonese 0-0, Cosenza-Perugia 1-1: locali avanti con Maniero (13'), poi Kingsley (72').

ASCOLI-CREMONESE 0-0
Parte subito forte l'Ascoli, con Ganz che, da posizione ravvicinata, non riesce a centrare lo specchio della porta. Poi a spingere maggiormente è la Cremonese, che crea due chances con Castrovilli e Perulli, senza però riuscire a trafiggere Perucchini. È ancora l'Ascoli, però, a sfiorare il vantaggio prima dell'intervallo: Ganz, nell'uno contro uno con Radunovic, si fa ipnotizzare e spara il pallone dell'1-0 addosso all'estremo difensore avversario. Si resta 0-0 al termine del primo tempo. Nella ripresa la Cremonese sfiora il vantaggio con un traversone pericoloso di Perrulli (62') che si trasforma in un tiro, la palla colpisce in pieno la traversa. Poco dopo ancora i lombardi pericolosi con il nuovo entrato Boultam (69') che prova a sorprendere Perucchini in uscita, senza successo. Triplice fischio e secondo pareggio consecutivo per l'Ascoli, mentre continua l'imbattibilità della Cremonese che conquista il quarto pareggio (più due vittorie) nelle prime sei giornate di campionato.

COSENZA-PERUGIA 1-1
La prima azione del match è un colpo di testa di Vido che, servito da Bianco, spedisce il pallone di poco a lato. Poi, al 13', il Cosenza passa in vantaggio: Garritano trova sul secondo palo Maniero, che non si fa pregare e appoggia in rete il tap in dell'1-0. La risposta del Perugia arriva nel finale della prima frazione di gioco, con la traversa colpita da Melchiorri al 42'. Le due squadre, dunque, vanno negli spogliatoi con il risultato di 1-0 per i locali. Nella ripresa, il primo squillo è di Maniero, il cui mancino viene disinnescato da Gabriel. Poi arriva l'espulsione per il tecnico Nesta, reo di aver protestato eccessivamente con il direttore di gara. Il gol del pareggio del Perugia arriva nella ripresa: splendida giocata di Vido che stoppa di petto e calcia di sinistro, miracolo di Saracco che però non trattiene e Michael Kingsley (72') tutto solo gonfia la rete. Al triplice fischio un punto a testa con il Cosenza che continua a restare all'asciutto di vittorie, mentre il Perugia conquista un punto dopo due sconfitte di fila.

BENEVENTO-FOGGIA 1-3
Per il Benevento la grande opportunità, vincendo, di agganciare il Verona in testa alla classifica: allo stadio Vigorito arriva il Foggia, ultimo a -2 (sino ad ora ha recuperato solo 6 degli 8 punti di penalizzazione). Spalti pieni per sostenere la squadra di Bucchi che schiera sulle corsie esterne di difesa l'ex napoletano Maggio a destra e Letizia a sinistra. In mediana Viola al centro con Bandinelli e Nocerino ai suoi fianchi, tridente con Ricci, Coda e Improta. Dall'altro lato Grassadonia piazza Deli, Mazzeo e Galano in fase offensiva. Passano soltanto 3' e il Benevento trova il vantaggio: Ricci va via sulla destra, rientra sul mancino e piazza al centro un cross perfetto per l'inserimento di Coda che, con un preciso colpo di testa, batte Bizzarri e firma il suo secondo gol in campionato. Benevento avanti 1-0. Al 24' calcio di punizione per il Foggia dal vertice sinistro dell'area: con il mancino parte Kragl che disegna una parabola perfetta che aggira la barriera di un molto incerto Puggioni e la palla sfiora l'interno del palo prima di gonfiare la rete. Pareggia il Foggia: 1-1 e così finisce il primo tempo. Il secondo tempo si apre con il raddoppio del Foggia che arriva al 48' con un bel cross di Galano al centro, Puggioni sbaglia ancora il tempo dell'uscita e la prende Camporese che di testa porta avanti il Foggia. Quando l'inerzia della gara sembra a favore dei sanniti, ecco che al 59' c'è un clamoroso errore in disimpegno di Viola che perde malamente palla in mediana, vola via Deli che appoggia per Galano: solo davanti a Puggioni lo batte con un piatto sinistro sul secondo palo per firmare il suo 50esimo gol in carriera in Serie B. Al triplice fischio prima sconfitta in campionato per il Benevento, terzo successo nel torneo per il Foggia che annulla la penalizzazione (-8) ed ora è sempre ultimo, ma a quota 1 e con ambizioni che sembrano andare oltre la salvezza.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments