LA PREOCCUPAZIONE

Diritti Tv e media company: la Lega B chiede incontro urgente alla Serie A

L'Assemblea della serie cadetta vuole "evitare distorsioni strutturali e irreversibili del sistema"

  • A
  • A
  • A

Un incontro urgente con la Lega di Serie A sul tema dei diritti tv e delle media company: lo ha chiesto, all'unanimità, l'Assemblea della Lega di Serie B - che si è riunita in giornata in video conferenza - per "essere fattivamente coinvolta allo scopo non solo di tutelare i diritti delle proprie associate, ma soprattutto di evitare distorsioni strutturali e irreversibili del sistema". Alle autorità governative chiesta l'apertura in sicurezza degli stadi.

L'Assemblea - informa una nota - all'unanimità dei propri componenti, "preso atto di quanto diffuso dai media in relazione all'intervento di alcuni fondi nella proprietà e nella gestione di beni immateriali potenzialmente di proprietà anche delle proprie associate, preso altresì atto che tali interventi e soprattutto gli ipotizzati criteri di distribuzione di quei beni sarebbero idonei ad alterare il principio dell'equilibrio competitivo che è imposto dalla legge in relazione all'intero comparto industriale del calcio professionistico, chiede formalmente alla Lega di Serie A, riservata in mancanza ogni altra iniziativa, d'esser fattivamente coinvolta nel disegno sopra sintetizzato, allo scopo non solo di tutelare i diritti delle proprie associate, ma soprattutto di evitare distorsioni strutturali e irreversibili del sistema. Invita a questo fine la Lega Serie A a rendersi disponibile nel piu' breve tempo a incontri operativi oltre che a scambi di documenti".

Vedi anche Diritti TV, Lega Serie A unanime: ok ai fondi di private equity Calcio Diritti TV, Lega Serie A unanime: ok ai fondi di private equity L'Assemblea ha anche discusso della "tempistica adottata per l'esecuzione dei tamponi, anche alla luce delle recenti risposte negative circa un allentamento del Comitato tecnico scientifico, e chiesto un'apertura alle autorità governative, in totale sicurezza, sul tema dell'ingresso del pubblico negli stadi, ambito quest'ultimo che penalizza fortemente sia l'aspetto economico che di passione caratterizzanti questo sport".

L'Assemblea della Serie B ha poi approvato "la richiesta di modificare il numero di sostituzioni, portandolo a cinque, e indicato nel presidente della Lega B Mauro Balata il componente del Consiglio di Amministrazione di Lega Calcio Service S.p.A. di spettanza della LNPB. Il presidente Balata ha inoltre anticipato la volontà di convocazione, nel mese di ottobre, di un'Assemblea incentrata su tematiche di politica sportiva, rendendo poi noto che la prossima seduta si svolgerà al centro tecnico federale di Coverciano il prossimo primo ottobre".

Vedi anche Diritti Tv, Galliani stoppa l'ingresso dei fondi Calcio Diritti Tv, Galliani stoppa l'ingresso dei fondi

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments