QUI SASSUOLO

Sassuolo, De Zerbi alza la voce: "Su Raspadori rigore netto"

"A me Irrati come arbitro non piace, non mi piace come ha diretto la gara dall'inizio alla fine"

  • A
  • A
  • A

Dopo il 2-1 subito contro l'Inter, De Zerbi mastica amaro e non usa giri di parole per attaccare il direttore di gara. "Per me la trattenuta su Raspadori era rigore netto - ha spiegato il tecnico del Sassuolo -. Poi parlare del gol subito dopo quell'episodio fa ancora più male, oltre al danno anche la beffa". "A me Irrati come arbitro non piace, non mi piace come ha diretto la gara dall'inizio alla fine e in generale quando lo abbiamo incontrato. Non so se è sfortunato lui oppure io non guardo le partite", ha aggiunto rincarando la dose. 

Getty Images

"Il rigore su Raspadori? Per me c'è, però sentivo dire che è caduto con le ginocchia - ha proseguito De Zerbi tornando sull'argomento -. Lui tenta di non cadere, ma se tiri è un movimento naturale". "A me Irrati non mi piace come arbitro, cosi' come non mi piacciono alcuni giocatori non mi piace Irrati come arbitro", ha continuato il tecnico neroverde. 

Parole chiare, che puntano il dito contro le decisioni del direttore di gara. Decisioni contro cui si è schiarato apertamente anche il Sassuolo su Twitter ufficiale. "Sconfitta assolutamente immeritata per i neroverdi a San Siro, autori di una grande prestazione - si legge sul profilo ufficiale del club -. Al Sassuolo sull'1-0 manca anche un rigore per una trattenuta evidente su Raspadori, da cui nasce l'azione del raddoppio dell'Inter". 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments