LA RIVELAZIONE

Nicola svela: "Ho convinto io Iervolino a cambiare idea sul mio esonero"

L'allenatore della Salernitana ha svelato su Facebook i retroscena di quanto successo negli ultimi giorni dopo la brutta sconfitta di Bergamo. Iervolino: "GIusto dargli un'altra chance"

  • A
  • A
  • A

"Vi racconto la verità. Nella giornata di ieri ho ricevuto una telefonata dal Presidente Iervolino che con i suoi modi, sempre amabili e gentili, mi ha spiegato le ragioni della sua decisione che ha preso con amarezza ma che doveva segnare la discontinuità dopo la bruttissima partita a Bergamo contro l’Atalanta". Queste le prime parole di un post su Facebook che Davide Nicola, allenatore della Salernitana prima esonerato e poi richiamato dopo la netta sconfitta di Bergamo, ha usato per spiegare la vicenda.

"Ho fatto subito mea culpa, assumendomi tutte le responsabilità di una prestazione non adeguata e della conseguente pesante sconfitta. Perché credo in questa squadra così come negli uomini che la compongono, così come credo nella grande Società che ha alle spalle. Ho chiesto con tutte le mie forze al Presidente di rivedere il provvedimento di esonero, sapendo di toccare le corde di un animo umano che ha profonda sensibilità per capire e vuole fortemente costruire un calcio diverso. Perché amo Salerno e credo ciecamente in questo progetto. 'Storie di uomini che fanno grandi cose': così ci ha sempre detto il Presidente, che - come ho sempre riconosciuto - è stato il principale artefice della salvezza della passata stagione. È lui ad averci inculcato passione, personalità e ferocia nel raggiungere cose impossibili. È lui che crede fortemente che quando gli uomini tirano tutti verso la stessa direzione sono capaci di cose straordinarie".

"E io di cose straordinarie già gliene ho viste realizzare tante. Dalla sua prodigiosa impresa nel mondo della formazione, ai suoi sorprendenti progetti nel campo dell’editoria fino agli stravolgimenti in pochi mesi anche del mondo calcio. Questi sono gli uomini a cui non voglio rinunciare, ringrazio il Presidente di avermi chiamato, questa è la dimostrazione che il calcio nuovo è un calcio di passione e di cuore e per questo VOGLIO ripagare la sua fiducia con tutte le mie forze e con tutta la passione che ho. Con la Direzione Sportiva guidata da Morgan De Sanctis, che ringrazio per la mediazione senza la quale questa operazione non sarebbe stata possibile, ci aspettano settimane di lavoro durissimo e di confronto continuo per il raggiungimento dei nostri obiettivi. Ora ripartiamo insieme, TUTTI, e raccontiamo un’altra straordinaria storia di calcio, restituendo alla tifoseria granata la stessa passione e lo stesso senso di appartenenza che ci dimostra incondizionatamente. Questa è Salerno, questa è la Salernitana: molto più di una squadra di calcio.
Davide Nicola".

IERVOLINO: "NICOLA L'ALLENATORE GIUSTO"
"Nella giornata di ieri è successa una cosa unica nel calcio. Mister Nicola gradiva parlarmi e il Direttore Sportivo mi ha portato questo messaggio spendendo mille parole positive. Ho sentito il mister che mi ha espresso la volontà di tornare immediatamente ad allenare la sua squadra. Questa è una storia di uomini che fanno cose importanti, come la salvezza dello scorso anno. Il mister mi ha detto cose importanti sulla città, sui tifosi e su ciò che può dare. Penso che se non perdi una persona non sai mai quanto ti manca e ti mancherà. Ho pensato molto alle parole del mister e per il bene della Società, dei calciatori e di tutti è giusto che lui abbia un'altra chance con l'impegno di portare avanti una squadra che giammai deve patire una mortificazione come quella subita a Bergamo con l'Atalanta". Lo ha detto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino in conferenza stampa spiegando i motivi che l'hanno spinto a richiamare in panchina Davide Nicola dopo l'esonero di lunedì. "Mi faceva piacere sentire la squadra per avere una loro opinione su una scelta che possiamo considerare unica nel mondo del calcio. Crediamo che questo sport debba evolversi anche con scelte che possono apparire impopolari. Nicola è l'allenatore giusto per la Salernitana, deve ritrovare energia, coraggio e tornare a essere il leader carismatico della squadra - ha proseguito - Non possiamo sentirci mortificati come accaduto domenica, in primis io come Presidente, azionista e tifoso. I risultati devono essere visti anche in comparazione delle altre squadre. Ad oggi abbiamo nove punti di distacco dalla terzultima e il calendario adesso prevede tre partite difficili ma mi auguro di fare punti anche in queste gare".

DE SANCTIS: "SODDISFATTO PER IL RIENTRO DI NICOLA" 
"Intendo esprimere la mia più profonda soddisfazione per il rientro del mister Davide Nicola alla guida della squadra. La Direzione Sportiva come ha sempre fatto, continuerà ad affiancare l'area tecnica dando tutto il supporto necessario per rendere la Salernitana più forte e competitiva. Tutti insieme affrontiamo uniti un campionato difficile, pieno di insidie per raggiungere compatti i traguardi che merita il club, tutti i suoi i tifosi e la città di Salerno". Così il ds della Salernitana, Morgan De Sanctis.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti