Palermo, Ballardini non si muove

Dietrofront di Zamparini che aveva richiamato Iachini: divergenze sul mercato

  • A
  • A
  • A

Davide Ballardini continuerà ad allenare il Palermo e giovedì dirigerà l'allenamento nel ritiro di Brescia. Dopo aver deciso l'esonero e aver richiamato Beppe Iachini, il presidente Zamparini è tornato sui suoi passi. Il ritorno di Iachini, caldeggiato da alcuni senatori, sarebbe saltato per divergenze sul mercato: in un colloquio telefonico l'allenatore aveva chiesto garanzie sui rinforzi (italiani e d'esperienza) non garantiti dal patron.

La brutta sconfitta casalinga contro la Fiorentina (1-3) sembrava essere stata fatale al tecnico dei rosanero, con un bilancio in rosso con 4 sconfitte, un pareggio e una sola vittoria. Il presidente Zamparini aveva infatti deciso di richiamare Giuseppe Iachini, esonerato a novembre dopo un successo contro il Chievo. Mancava solo l'ufficialità, poi il clamoroso dietrofront del presidente per divergenze sul mercato. La rottura dopo un'accesa telefonata e la decisione di richiamare Ballardini, che aveva comunque deciso di non risolvere il contratto che lo lega al Palermo fino al 30 giugno 2016

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments