MILAN

Calhanoglu al centro del Milan: "Rangnick o Pioli, rispetto entrambi"

Piace all'attuale tecnico, il tedesco lo ha già individuato come perno del suo gioco. E lui...

  • A
  • A
  • A

Comunque vada, sarà un successo. Almeno per Hakan Calhanoglu, uomo fondamentale del gioco di Stefano Pioli e giocatore ideale per il nuovo Milan di Rangnick. Questo, almeno, stando alle voci circolate nelle ultime ore secondo cui il tecnico tedesco, probabilmente nuovo allenatore dei rossoneri, lo avrebbe già chiamata consegnandogli, di fatto le chiavi del suo centrocampo. Lui, Calha, non fa una piega: "Io spero che il campionato riparta perché il calcio è la nostra vita - dice -. Rangnick? Lo conosco attraverso tanti giocatori che sono stati allenati da lui in Germania. Ma non tocca a me decidere se sarà lui o meno l'allenatore del Milan nella prossima stagione. Io rispetto sia lui che Pioli, mi piacciono entrambi come allenatori".

E ancora: "È stato un periodo complicato che ho trascorso sempre a casa con la mia famiglia. Ho fatto cose che non avevo mai fatto prima: ho imparato un po' a cucinare grazie a mia moglie, preparo le uova - ha raccontato il turco -. La paura adesso è diminuita, anche se io non ho mai avuto paura, nemmeno quando è iniziato a diffondersi il virus. Perché? Pensare troppo al Covid-19 avrebbe fatto male a livello mentale".

"Quanto manca allenarci in maniera normale? Non mi sento bene ad allenarmi così come stiamo facendo in questi giorni: mancano tanti amici, tanti compagni. Mi manca essere tutti insieme in campo", ha proseguito il giocatore turco. "In questo periodo tutti noi giocatori stiamo seguendo le notizie con la speranza di poter ripartire presto. Ogni giorno, ogni settimana però sembra che ci sia sempre qualche altro problema. Mentalmente così è difficile". 

Quanto invece al suo futuro il centrocampista, in scadenza di contratto nel 2021, ha chiarito: "Io per ora sono concentrato solo sulle 12 partite che mancano, perché spero nella ripartenza della stagione. Poi affronteremo la situazione e decideremo insieme al mio agente, sperando di trovare una buona soluzione". "Europa League può essere l'obiettivo del Milan? Sì, senza dimenticare la Coppa Italia contro la Juventus. La semifinale d'andata è finita 1-1. Speriamo di riuscire a centrarli entrambe", ha concluso Calhanoglu.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments