VERSO LAZIO-ROMA

Lazio, Sarri: "Il derby non è normale, ho sempre sognato giocarlo"

Il tecnico biancoceleste alla vigilia della sfida alla Roma: "Non è una partita, è qualcosa di molto di più"

  • A
  • A
  • A

"Troviamo una squadra forte, con una buona prestazione avremo più possibilità di fare risultato. Il derby non è una partita normale, è una delle partite più importanti d'Europa. È un onore giocarlo, tutti da bambini vedendo un Lazio-Roma o ascoltandola alla radio come facevo io da giovane, sognavano un giorno di poterla giocare. Quindi ci siamo e giochiamola". Lo dice l'allenatore della Lazio Maurizio Sarri, alla vigilia del derby. "Questa è una partita che qualcosa dentro lo stomaco ti rimuove, lo percepisci, è qualcosa di molto di più. È un piacere giocarla e sarebbe bello giocarla al 110% delle possibilità", ha aggiunto Sarri.

Getty Images

Poi il tecnico parla del momento di forma dei suoi e dell'allarme lanciato da Immobile: "Che la sconfitta di Milano possa aver lasciato qualche scoria è plausibile dopo aver fatto bene le prime due partite, è normale che qualcosa dentro ai giocatori si possa essere rotta. Ma io in allenamento non vedo la squadra spenta. La squadra è bella viva, c'è qualcosa che ci impedisce esprimerci al 100%", tuttavia "tutto questo negativismo che sento aleggiare attorno a noi mi sembra eccessivo, abbiamo le stesse medie dello scorso anno".

"Il derby è una partita che mi intriga tantissimo, dare una soddisfazione al popolo laziale sarebbe grandioso", ha proseguito Sarri, che tornando sul momento della sua Lazio ha precisato: "Siamo in un percorso e in questo momento i giocatori stanno pensando più ai movimenti che non giocare. Non è la Playstation, questo è calcio vero con 25 cervelli diversi l'uno dall'altro. Le percentuali di passaggi riusciti sono basse per una squadra che vuole stare in alta classifica. Dobbiamo migliorare in tutto".

"Certe squadre ci mettono più tempo, altre meno, altre non ci riescono mai. Noi proviamo ad essere tra quelle che ci riescono il prima possibile", ha chiarito. Riguardo all'assenza tra le fila della Roma di Lorenzo Pellegrini per squalifica, Sarri è stato chiaro: "Non faccio scelte in relazione a quelle degli avversari. Non sono un tattico ma lavoro per strategia. E la voglio perseguire. Cerchiamo di fare il nostro calcio andando avanti per la nostra strada". 

Vedi anche Roma, Mourinho: "Derby belli da giocare perché si preparano da soli. Senza Pellegrini è un'altra cosa" roma Roma, Mourinho: "Derby belli da giocare perché si preparano da soli. Senza Pellegrini è un'altra cosa"

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments