INCHIESTA PRISMA

Plusvalenze, Chiellini: "Indagini sulla Juve sempre amplificate, siamo abituati"

Il capitano bianconero: "Le indagini lasciano il tempo che trovano, dobbiamo aspettare"

  • A
  • A
  • A

L'inchiesta Prisma sui bilanci della Juve continua a tenere banco, ma Giorgio Chiellini predica calma e pazienza puntando il dito contro il clamore che sta suscitando il caso. "Le indagini lasciano il tempo che trovano, dobbiamo aspettare - ha spiegato a Sky Sport il capitano bianconero -. Ormai siamo abituati che quando si parla di Juve ogni cosa viene amplificata di un milione".

Getty Images

Vedi anche Juve, inchiesta Prisma: nuovo decreto di perquisizione, si indaga sulla cessione di Ronaldo Calcio Juve, inchiesta Prisma: nuovo decreto di perquisizione, si indaga sulla cessione di Ronaldo

"Ho parlato chiaramente martedì dicendo parole semplici ma importanti. Non le ho dette io per primo, ma ho riportato quello che ha detto il mister. L'appello di martedì era esteso a chi mi sta intorno e a chi ci sostiene da tanto", ha aggiunto Chiellini, che poi ha parlato anche del momento complicato che sta attraversando la squadra.

"Bisogna essere responsabili, dobbiamo metterci di impegno e dare indietro qualcosa a una società che ci ha dato tanto - ha proseguito -. Lo dobbiamo anche ai tifosi e a tutti i dipendenti". "Dispiace a tutti vivere certe difficoltà ma abbiamo l'obbligo morale di stare uniti perché se ne usciamo, ognuno di noi può uscire rinforzato", ha concluso.

Vedi anche Juve, al centro dell'inchiesta Prisma la "carta" di Ronaldo: la Procura pronta a convocare Mendes Calcio Juve, al centro dell'inchiesta Prisma la "carta" di Ronaldo: la Procura pronta a convocare Mendes

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti