Serie A: Ljajic stende l'Inter

La squadra di Spalletti spreca diverse occasioni e rimane a un punto dalla Roma, Mazzarri si prende la rivincita

di
  • A
  • A
  • A

Nell'anticipo dell'ora di pranzo, l'Inter perde contro il Torino al termine di un match nel quale i nerazzurri sprecano moltissime occasioni. All'Olimpico finisce 1-0 per i granata di Mazzarri, che conquistano i tre punti grazie al gol di Ljajic su assist di De Silvestri (36'). Perisic scheggia la traversa al 20', Rafinha colpisce il palo al 70'. La squadra di Spalletti resta a un punto dalla Roma.

LA PARTITA
La vendetta è un piatto che va servito freddo e Mazzarri sceglie la prima occasione utile per gustarsela insieme a un altro ex oggi decisivo, Adem Ljajic. Nel primo scontro diretto tre anni e mezzo dopo l'esonero, il tecnico granata beffa i nerazzurri in una partita molto contraddittoria: l'Inter a tratti domina in ogni zona del campo e macina occasioni, i granata soffrono tremendamente ma alla fine godono grazie a Ljajic e a un super Sirigu, che sbarra ogni strada agli assalti nerazzurri.

La squadra di Spalletti conferma l'ottimo momento di forma generale e sviluppa un gioco notevole. Brozovic e Gagliardini confermati davanti alla difesa: il primo agisce in regia, l'altro filtra e garantisce equilibrio. Candreva stringe spesso verso il centro e lascia campo allo scatenato Cancelo, che attacca come un'ala e sforna decine di cross per tutta la durata del match. Le chance migliori, nel primo tempo interista, capitano a Perisic e Icardi ma trovano la risposta del portiere granata: il croato sfiora il vantaggio all'11' e scheggia la traversa al 20', Maurito trova il miracolo di Sirigu al 13' e poi innesca Candreva al 18'. Nella prima mezz'ora sono cinque le occasioni create dagli ospiti, che controllano anche il gioco ma vengono infilati al primo errore: Belotti accelera in contropiede, Perisic lo rimonta ma serve involontariamente De Silvestri, che può così crossare sul secondo palo per Ljajic; destro secco da pochi passi e Torino inaspettatamente in vantaggio al minuto 36

Il Torino, a parte i primi 10' della ripresa, fa molta fatica anche nella seconda parte di gara ma è comunque molto bravo nel saper soffrire davanti alla porta di Sirigu. Mazzarri schiera un 3-4-2-1 dove Iago e Ljajic agiscono dentro al campo, alle spalle di Belotti, per intasare le linee di passaggio nerazzurre. Le fasce vengono così lasciate interamente a De Silvestri e Ansaldi, che in qualche modo se la cavano in difesa anche grazie ai raddoppi dei centrali. Dopo un paio di grosse occasioni granata, l'Inter si riorganizza e nell'ultima mezz'ora si gioca sostanzialmente a una porta: N'Koulou salva sulla linea un colpo di testa di Miranda (64'), Rafinha colpisce un palo al 70', Karamoh entra al 68' e crea il caos sulla destra. Tutte situazioni che evidenziano una squadra in salute ma poco cattiva, al contrario di un Toro che centra il terzo successo consecutivo e continua a sognare l'Europa. Spalletti fallisce invece il sorpasso sulla Roma e deve nuovamente guardarsi le spalle in una corsa per la Champions sempre più incerta.

LE PAGELLE

Cancelo 7 - Più ala che terzino. Spinta costante, cross come se piovesse, tanta corsa e nessuna sofferenza in fase difensiva. Continua a crescere partita dopo partita.

Rafinha 6,5 - Entra e cambia il ritmo sulla trequarti. Sfiora anche il gol con un sinistro che termina sul palo.

Candreva 6 - Gioca più stretto senza sprigionare al meglio la sua qualità. Ci prova diverse volte con il destro, troppo egoista in alcune occasioni.

Perisic 5 - Nessuna discesa importante sulla corsia di sinistra quando, invece, ce ne sarebbe stato un gran bisogno per aprire la difesa granata. Sbaglia diversi palloni nel momento dell'ultimo passaggio.

Sirigu 8 - L'Inter lo mette sotto pressione dall'inizio alla fine, lui risponde con un miracolo su Icardi e diversi interventi decisivi. Insuperabile.

De Silvestri 6,5 - Prova solida e completa, sia in fase di spinta che in difesa. Preciso quando sforna l'assist per Ljajic.

Belotti 6,5 - Poco pericoloso sotto porta, ma fa un lavoro enorme spalle alla porta. Tiene palla, lotta contro la difesa nerazzurra, fa salire la squadra, dà fastidio in pressing: sta tornando in piena forma e si vede.

IL TABELLINO

TORINO-INTER 1-0
Torino (3-4-2-1): Sirigu 8; N'Koulou 7, Burdisso 6,5, Moretti 6; De Silvestri 6,5, Baselli 6 (35' st Acquah sv), Obi 6 (43' st Valdifiori sv), Ansaldi 6; Ljajic 6,5, Iago Falque 5 (28' st Edera 6); Belotti 6,5.
A disp.: Ichazo, V. Milinkovic-Savic, Molinaro, Bonifazi, Berenguer, Barreca. All.: Mazzarri 6
Inter (4-2-3-1): Handanovic 6,5; Cancelo 7, Skriniar 6, Miranda 6, D'Ambrosio 5,5 (43' st Ranocchia sv); Brozovic 7, Gagliardini 6,5; Candreva 6 (14' st Rafinha 6,5), B. Valero 6,5 (23' st Karamoh 6,5), Perisic 5; Icardi 5,5.
A disp.: Padelli, Berni, Lisandro, Santon, Eder, Dalbert, Pinamonti. All.: Spalletti 6,5
Arbitro: Tagliavento
Marcatori: 36' Ljajic (T)
Ammoniti: 
Miranda, Brozovic, Gagliardini (I); Belotti, Baselli (T)
Espulsi: -

LE STATISTICHE
Dopo essere rimasto a secco di vittorie per 21 sfide di Serie A fila contro l'Inter tra il 1994 e il 2014, il Torino ha vinto tre delle ultime sette, con due pareggi e solo due sconfitte a completare il quadro.
Il Torino riesce a vincere tre partite di campionato di fila per la prima volta dal novembre 2016.
Il gol di Adem Ljajic ha interrotto l'inviolabilità in campionato della porta dell'Inter, che è terminata a 517 minuti.
L'Inter ha un bilancio di una sola vittoria, tre pareggi e quattro sconfitte nelle otto gare in cui è andata in svantaggio, l'unica vittoria è arrivata alla seconda giornata contro la Roma.
Il Torino invece è una delle tre squadre ancora imbattute da situazione di vantaggio nel campionato in corso (11V 6N), insieme a Milan e Inter.
Il Torino ha subito otto tiri in porta oggi contro l'Inter, solo nella sfida in casa della Juventus ne ha subiti di più dall'inizio di questo campionato (10).
L'Inter invece quest'anno era riuscita a fare più tiri in porta di oggi (otto) solo nella sfida contro il Chievo dello scorso 3 dicembre (13).
Antonio Candreva ha fatto quattro tiri in porta in questa partita, nel campionato in corso solo Ivan Perisic era riuscito a fare meglio in una singola partita tra i giocatori dell'Inter (5 nella sfida contro il Chievo dello scorso dicembre).
João Cancelo è stato il giocatore a toccare più palloni in questa partita (121). Infatti la maggior parte degli attacchi dell'Inter si è concentrata sulla fascia destra (36.5%).  
Cancelo ha fatto 30 cross oggi – un record assoluto in una partita di questo campionato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments